menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Un’ex collega di Borsellino: “Mi disse che era stato tradito”

Alessandra Camassa, ex pm a Marsala, depone al processo al processo al generale Mario Mori. Racconta delle lacrime del magistrato durante l'incontro a fine giugno del 1992

“A fine giugno del 1992 io e il collega Massimo Russo avemmo un incontro con Borsellino. Era un dialogo normale, si parlava di indagini. A un certo punto lui si alzò, si stese sul divano e cominciò a lacrimare e disse: ‘non posso credere che un amico mi abbia tradito’”. A raccontare l'episodio – riportato sul sito Ansa.it - è il giudice Alessandra Camassa, ex pm a Marsala quando il magistrato assassinato dalla mafia era a capo della Procura. Camassa sta deponendo al processo per favoreggiamento alla mafia al generale dei carabinieri Mario Mori.
 

Potrebbe interessarti

Commenti

    Più letti della settimana

    • Cronaca

      Sposo colpito in pieno volto dal drone, il matrimonio finisce in ospedale

    • Incidenti stradali

      Gli amici piangono Alessandro Nasta: più di mille per i suoi funerali

    • Economia

      Ikea a Palermo, stavolta ci siamo: "Impossibile rinunciare..."

    • Cronaca

      Incidente in via Ausonia, trentenne travolta da un tir: traffico in tilt

    Torna su