Imprenditore si ribella al pizzo e incastra l'estorsore: Confartigianato parte civile

L'associazione di categoria sarà al fianco di Giuseppe Piraino, l'uomo che ha ripreso con una telecamera e fatto arrestare Luigi Marino, finito in manette nel corso dell'operazione Cupola 2.0: "Non lo lasceremo da solo neppure quando si spegneranno i riflettori sulla vicenda"

L’imprenditore edile Giuseppe Piraino

Confartigianato Imprese Palermo sarà parte civile al fianco di Giuseppe Piraino, l’imprenditore edile che ha ripreso con una telecamera e incastrato il suo estorsore Luigi Marino. La richiesta di pizzo è uno dei 28 episodi estorsivi emersi nel corso delle indagine dell'operazione Cupola 2.0 che ha portato all'arresto dell'erede di Totò Riina, Settimo Mineo, e di altre 47 persone. 

“Confartigianato - dice il presidente provinciale Giuseppe Pezzati – si schiera con i buoni. Siamo per le imprese e per incentivare una cultura d’impresa che dia il coraggio di portare avanti le proprie logiche senza piegarsi. Non lasceremo da solo Piraino, neppure quando si spegneranno i riflettori sulla vicenda". 

Filma il suo estorsore con una telecamera e lo fa arrestare

A seguire il percorso che è stato avviato dal momento in cui Piraino ha deciso di denunciare i suoi aguzzini sarà l’avvocato di Giuseppe Piraino, Marcello Montalbano, nonché legale di Confartigianato Imprese Palermo: "Saremo presenti all’udienza preliminare chiedendo di essere ammessi come parte civile, con la richiesta dei danni morali e materiali. È un segno importante che Confartigianato Imprese, si schieri accanto a Piraino, sostenendolo anche nel processo. Piraino non deve essere lasciato solo. Il suo invito alla denuncia deve essere sostenuto perché è l'unica via percorribile da coloro che vogliono dare un contributo al recupero e alla crescita economica e un futuro diverso alle nuove generazioni”.

Confartigianato imprese ricorda che, da maggio scorso in via Amari, è attivo uno sportello antiracket al quale chi ne avesse bisogno può rivolgersi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpo al clan dell'Arenella, 8 arresti: c'è anche il boss accusato della strage di via D'Amelio

  • La migliore arancina di Palermo? Simone Rugiati non ha dubbi: "E' quella di Sfrigola"

  • Giro di escort in pieno centro: facevano prostituire 10 palermitane, tre arresti

  • Mafia, la vedova Schifani sull'arresto del fratello: "Sono devastata, per me è morto ieri"

  • Sospetto caso di Coronavirus, mascherine e fuggi fuggi al pronto soccorso del Cervello

  • L'Arenella e lo Scotto da pagare: dallo "stigghiolaro" a Galati nella rete del racket

Torna su
PalermoToday è in caricamento