Skipper della Gesip sulla barca, chiesti quattro anni per Cammarata

Per l'ex sindaco l'accusa è abuso di ufficio e truffa. Secondo quanto scoperto da Striscia la notizia avrebbe fatto lavorare sulla sua imbarcazione un operaio della società partecipata del Comune in orario di lavoro

Diego Cammarata, ex sindaco di Palermo

Il pm Laura Vaccaro ha chiesto quattro anni di reclusione per l'ex sindaco Diego Cammarata per abuso di ufficio e truffa. La vicenda è quella scoperta da Striscia la notizia: la giornalista Stefania Petyx, scopre che Cammarata è proprietario di una barca, ormeggiata nel molo del porticciolo dell'Acquasanta e che lo skipper e manutentore dell'imbarcazione è Franco Alioto, un operaio della società del Comune, la Gesip, che svolgerebbe questo secondo lavoro durante l'orario di ufficio. La barca inoltre – secondo quanto documentato dalla Petyx - veniva data a noleggio in nero.

Per Alioto, imputato di truffa, il pm ha chiesto tre anni e sei mesi. "La mia non è un'accusa ma una difesa, la difesa dei palermitani con i soldi dei quali sono stati pagati certi soggetti", ha detto il pm nella sua requisitoria. Il Comune è stato ammesso come parte civile al processo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • Blitz antimafia a Belmonte Mezzagno, quattro arresti: "In carcere il nuovo capo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento