Dipendente Gesip come skipper, pena ridotta per Diego Cammarata

L'ex sindaco era accusato di avere impiegato un dipendente della società comunale come proprio skipper personale. La corte di Appello ha ridotto la condanna da 3 a 2 anni con pena sospesa

L'ex sindaco Diego Cammarata

Ridotta in secondo grado la condanna per l'ex sindaco Diego Cammarata, accusato di avere impiegato un dipendente di una società comunale come proprio skipper personale. La terza sezione della Corte d'appello ha emesso la sentenza di condanna a due anni di reclusione, uno di meno rispetto a quanto deciso in primo grado.

I giudici hanno condannato a un anno e tre mesi Franco Alioto, il giardiniere della Gesip, che non sarebbe andato a lavorare nella sua sede ordinaria, nel Parco della Favorita, ma sarebbe stato frequentemente al porticciolo dell'Acquasanta, nella barca dei figli di Cammarata.

Per entrambi la pena è stata sospesa. In primo grado (nel 2013 ndr.), i due avevano avuto tre anni per abuso d'ufficio e falso. Con la sentenza di oggi è venuto meno il primo capo d'accusa. 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Tragedia a Mondello, operaio cade dal secondo piano e muore

  • Incidenti stradali

    Incidente in via Altofonte, schianto con lo scooter: grave una quattordicenne

  • Cronaca

    L'amianto fa strage: ogni anno 600 morti in Sicilia, circa 200 nel Palermitano

  • Cronaca

    Incendio di via Albanese, arrestato nipote della proprietaria: "Ha appiccato il fuoco"

I più letti della settimana

  • Viale Campania, giovane cade dal sesto piano e muore

  • Disneyland a Termini Imerese, l'assessore conferma: "Vertice tra pochi giorni"

  • Palermo-Agrigento, donna trovata morta in strada

  • Suicidio in via XII Gennaio, 31enne si lancia giù da un b&b e muore

  • Incidente sul lavoro nell'Agrigentino: morto operaio bagherese di 25 anni

  • Ancora disagi per i passeggeri Ryanair, sei ore di ritardo per il volo Palermo-Roma

Torna su
PalermoToday è in caricamento