Anche Ficarazzi commemora la "Giornata nazionale in ricordo delle vittime di mafia"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

"Un momento di grande valore simbolico per le giovani generazioni...", cosi il sindaco di Ficarazzi, avv. Paolo Francesco Martorana, ha definito la prima giornata nazionale della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime di mafia, che si terrà martedi 21 marzo 2017, a partire dalle ore 10,00 presso l'atrio della casa comunale di Ficarazzi. L'iniziativa, organizzata dall'assessorato alla pubblica Istruzione nella persona di Maria Curvato, accoglierà oltre il primo cittadino e la sua amministrazione anche figure del mondo istituzionale e di Stato come dr. Leoluca Rocchè, dirigente capo della Questura di Bagheria e Roberto Chilla, comandante della locale stazione dei carabinieri di Ficarazzi; presenzieranno anche dr Mario Veca, dirigente dell'IC di Ficarazzi e avv. Maria Grazia Pillitteri , esperta del sindaco con delega alla legalità e violenza di genere. Secondo quanto espresso dall'amministrazione comunale, i giovani saranno i veri destinanatari dell'iniziativa, perche portatori di speranza, la stessa che verrà allegoricamente comunicata dal dipinto di Giuseppe Di Bartolo, raffigurante un ramoscello dell'albero di monadorlo, vigorosamente impugnato da una giovane mano e che, nel corso dell'evento, verrà donato al comune di Ficarazzi.

Lo stesso albero di mandorlo, simboleggiante da sempre la speranza, verrà piantumato nei giardini della casa comunale. Seguiranno esibizioni del cantastorie, Salvo Piparo dell'associazione Kleis, nonchè l'orchestra dell'Istituto Comprensivo di Ficarazzi e quella dei tamburinai di Ficarazzi , tutte giovani generazioni che, spiega il primo cittadino, possono testimoniare la volontà di rendere l'operato delle vittime della mafia, patrimonio vivo e autentico della Sicilia. Maria Luisa Domino Ufficio Stampa - Comune di Ficarazzi

Torna su
PalermoToday è in caricamento