Non si ferma la protesta dei precari dell'Asp, proclamati altri due giorni di sciopero

I contrattisti, dopo il sit in in via Cusmano, incroceranno le braccia anche il 16 e 17 aprile. Chiedono l'applicazione della legge Madia. Fissato per il 15 un incontro con la direttrice Faraoni. Munafò, segretario provinciale Fials: "Ok al confronto ma indisponibili all'ascolto di proposte vetuste"

Non si ferma la protesta dei contrattisti dell'Asp che ieri sono scesi in piazza per chiedere l'applicazione della legge Madia. Dopo i sit in organizzati a Palermo in via Cusmano ma anche a Partinico, Corleone, Lercara, Termini Imerese e Cefalù, l'assemblea dei lavoratori ha dato mandato a Fials e Cisal di proclamare altri due giorni di sciopero il 16 e 17 aprile.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Fissato per il 15 aprile un incontro con la direttrice Faraoni. "Le due giornate di sciopero - spiega Enzo Munafò, segretario provinciale Fials - sono proclamate nei due giorni successivi dell'incontro al fine di dimostrare la volontà a un confronto sulle soluzioni da proporre, restando indisponibili all'ascolto di proposte ormai vetuste, che sono state rigettate in toto dai lavoratori, poiché la richiesta dei lavoratori rimane l'applicazione della legge Madia nella sua essenza". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'entrata da Mondello, poi il volo su via Libertà: attesa per l'esibizione delle Frecce Tricolori

  • Donna incinta positiva al Coronavirus ricoverata al Cervello: è tornata a Palermo da Londra

  • Mega rissa a Ballarò, in trenta si affrontano a pugni e sprangate: ferito anche un bambino

  • Coronavirus, finalmente ci siamo: per la prima volta zero contagi in Sicilia

  • Incidente tra via Libertà e via Notarbartolo, medico cinquantenne muore dopo 10 giorni

  • Strage Capaci, Emanuele Schifani e quel papà mai conosciuto: "Non provo odio ma tanta rabbia"

Torna su
PalermoToday è in caricamento