Non si ferma la protesta dei precari dell'Asp, proclamati altri due giorni di sciopero

I contrattisti, dopo il sit in in via Cusmano, incroceranno le braccia anche il 16 e 17 aprile. Chiedono l'applicazione della legge Madia. Fissato per il 15 un incontro con la direttrice Faraoni. Munafò, segretario provinciale Fials: "Ok al confronto ma indisponibili all'ascolto di proposte vetuste"

Non si ferma la protesta dei contrattisti dell'Asp che ieri sono scesi in piazza per chiedere l'applicazione della legge Madia. Dopo i sit in organizzati a Palermo in via Cusmano ma anche a Partinico, Corleone, Lercara, Termini Imerese e Cefalù, l'assemblea dei lavoratori ha dato mandato a Fials e Cisal di proclamare altri due giorni di sciopero il 16 e 17 aprile.

Fissato per il 15 aprile un incontro con la direttrice Faraoni. "Le due giornate di sciopero - spiega Enzo Munafò, segretario provinciale Fials - sono proclamate nei due giorni successivi dell'incontro al fine di dimostrare la volontà a un confronto sulle soluzioni da proporre, restando indisponibili all'ascolto di proposte ormai vetuste, che sono state rigettate in toto dai lavoratori, poiché la richiesta dei lavoratori rimane l'applicazione della legge Madia nella sua essenza". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Calcio palermitano in lutto, è morto Carmelo Bongiorno

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • Reddito di cittadinanza, parte la fase 2: i lavori socialmente utili diventano obbligatori

  • Blitz antimafia a Belmonte Mezzagno, quattro arresti: "In carcere il nuovo capo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento