Assalto con pistola all'Eurobet, agente mette in fuga rapinatori: "Ora promuovetelo"

E' successo nell'agenzia di via Mariano Stabile. Il sindacato autonomo polizia penitenziaria chiede un "premio": "Ha rischiato la vita, adesso gli sia riconosciuta la più alta ricompensa ministeriale"

L'Eurobet di via Stabile

Hanno fatto irruzione all'Eurobet di via Mariano Stabile e armati di pistola e col volto coperto dai passamontagna si sono fatti consegnare il contenuto delle casse. Ma i due rapinatori che sono entrati in azione lunedì scorso intorno a mezzanotte non avevano fatto i conti con un agente di polizia penitenziaria in servizio alla casa circondariale di Pagliarelli. L'uomo ha visto tutto ed è intervenuto bloccandoli e qualificandosi. A quel punto i due sono sono scappati e l'agente ha telefonato al 112 per lanciare l'allarme.

E adesso il Sappe, il sindacato autonomo polizia penitenziaria, chiede un "premio" per il protagonista della vicenda. A parlare è il segretario generale, Donato Capece. "Spero e mi auguro - dice - che al bravissimo poliziotto penitenziario che è riuscito da solo, con grande sprezzo del pericolo e molto coraggio, a sventare la rapina, sia riconosciuta la più alta ricompensa ministeriale per il personale della polizia penitenzia che si distingue proprio per interventi, come questo di cui si è reso protagonista, avendo per altro corso grave pericolo di vita per tutelare la sicurezza e l'incolumità pubblica. Sto parlando di una promozione per merito straordinario".

"E' importante evidenziare che il nostro agente ha operato in maniera esemplare, in maniera perfetta dal punto di vista operativo, con grande professionalità e nella sicurezza delle persone presenti - aggiunge il segretario nazionale per la Sicilia del Sappe Lillo Navarra -. Rivolgo a lui un convinto apprezzamento e rinnovo l'auspicio che gli venga riconosciuto il giusto e meritato riconoscimento ministeriale". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento