Pizzo a un'impresa di prodotti per la casa, 35enne in carcere

L'arresto di Pietro Salamone arriva dopo la sentenza di condanna a tre anni di reclusione del 2014 in Corte d'Appello e l'inammissibilità del ricorso in Cassazione. Chiesti ai commercianti 300 euro per la "messa a posto"

Pietro Salamone

La polizia ha arrestato Pietro Salamone, palermitano di 35 anni, per estorsione. Dalle indagini è emerso che Salamone insieme a tre complici, tra l'agosto e il novembre 2012, ha chiesto il pizzo ai titolari di una ditta di importazione e distribuzione di prodotti ed articoli per la casa. I commercianti dovevano pagare 300 euro mensili per la messa a posto. Soldi versati "per stare tranquilli".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Gli uomini della squadra mobile attraverso sistemi di videosorveglianza sono riusciti a ricostruire le estorsioni che sono state confermate dalle vittime. Prima di avvicinare gli imprenditori da taglieggiare, i malviventi effettuavano vere e proprie perlustrazioni in prossimità delle aziende. L'arresto di oggi arriva dopo la sentenza di condanna a tre anni di reclusione del 2014 in Corte d'Appello e l'inammissibilità del ricorso in Cassazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mazzette per pilotare appalti da 600 milioni, trema la sanità siciliana: 10 arresti

  • Tragedia per una mamma palermitana: bimbo di 10 anni muore incastrato in un cassonetto per indumenti

  • Donna incinta positiva al Coronavirus ricoverata al Cervello: è tornata a Palermo da Londra

  • Coronavirus, finalmente ci siamo: per la prima volta zero contagi in Sicilia

  • Strage Capaci, Emanuele Schifani e quel papà mai conosciuto: "Non provo odio ma tanta rabbia"

  • Fallito attentato all'Addaura, la rivelazione: "Ecco chi tradì Giovanni Falcone"

Torna su
PalermoToday è in caricamento