I guai di Pino Maniaci: il giudice conferma il divieto di dimora

Respinta la richiesta dei legali del direttore di Telejato, indagato per estorsione. Per il gip non sarebbero emersi, dopo l'interrogatorio di garanzia, elementi tali da far revocare il provvedimento

Pino Maniaci

E' stata respinta la richiesta dei legali di Pino Maniaci. Il gip del Tribunale di Palermo, Fernando Sestito, ha confermato il divieto di dimora nelle province di Palermo e Trapani per il direttore di Telejato, Pino Maniaci, indagato per estorsione. Lo scorso venerdì Maniaci era stato interrogato dal giudice e nel pomeriggio aveva incontrato la stampa per ribadire la sua estraneità alla accuse di estorsione. 

LEGGI ANCHE - PIF: "TELEJATO NON DEVE CHIUDERE"

Secondo il gip non sarebbero emersi, in seguito all'interrogatorio di garanzia, elementi tali da sostenere un provvedimento di revoca del divieto di dimora. I legali del giornalista, Bartolomeo Parrino e Antonio Ingroia, comunque hanno fatto sapere che impugneranno il provvedimento. Già pronto dunque il ricorso. Per i legali la misura ottenuta dalla Procura sarebbe sproporzionata rispetto alle accuse contestate. Ovvero, estorsione di denaro. Maniaci è finito nei guai per aver ricevuto presunti favori dagli ex sindaci di Borgetto e Partinico in cambio una linea "morbida" della sua tv.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Maltempo in arrivo, attesi venti di burrasca e forti temporali: scatta l'allerta meteo arancione

  • "Tutte cose levate hai, pezza di tro...": le intercettazioni nella casa di cura delle violenze

  • Incidente mortale in viale Croce Rossa, automobilista travolge e uccide una donna

  • Conti in banca, auto di lusso e un ristorante: sequestrati beni a un 37enne di Partinico

  • Doppio pestaggio nella notte, in due picchiano le vittime mentre un terzo filma col cellulare

  • Distributore aumatico rotto e sangue ovunque, furto "splatter" all'università

Torna su
PalermoToday è in caricamento