Il maledetto asfalto di viale Regione e la tragica coincidenza: Pietro e Raimondo morti nello stesso giorno

Lo schianto che è costato la vita al 44enne e la beffa del destino: un altro 30 novembre (del 2007) fu fatale a un ragazzo di 19 anni. I due incidenti sono avvenuti nello stesso tratto

L'incidente di ieri

Pietro e Raimondo. Un destino crudele. La loro vita si è spezzata all'improvviso nello stesso punto, lo stesso giorno. La morte di Pietro Brasile, il motociclista che ieri ha perso la vita in viale Regione Siciliana mentre era in sella a una Ducati Monster nera, di fronte al carcere Pagliarelli, riporta alla mente un'altra tragedia palermitana. Quella di Raimondo Riccardi, 19 anni. Anche lui morto mentre era in sella alla sua moto. 

Si schianta con la moto in viale Regione, muore a 44 anni

Era un altro 30 novembre, era il 2007, 11 anni fa. Stesso luogo: viale Regione, all'altezza di via Gustavo Roccella, nella carreggiata in direzione Trapani. Anche in quel caso la mattina stava diventando pomeriggio. Poi lo schianto, il buio, la tragedia. Raimondo era un ragazzo con tutta la vita spalancata davanti a sé. Quella disgrazia riaprì pesanti interrogativi sulle condizioni delle nostre strade, sull'asfalto di viale Regione, che si conferma arteria ad alto tasso di mortalità.

Quel giorno gli amici più cari di Raimondo, quelli cresciuti con lui, poche ore dopo lo scontro fatale, decisero di rendergli un ultimo omaggio dedicandogli uno striscione. C'era la faccia di Raimondo, nel cuore della sua adolescenza. C'è ancora la faccia di Raimondo: il suo ricordo è rimasto per tutti questi anni appeso a un albero, lungo l'aiuola spartitraffico di viale Regione, proprio nel tratto di strada dove ha perso la vita.

 

Migliaia di palermitani ricorderanno per sempre quel lenzuolo bianco che ieri copriva il corpo ormai senza vita di Pietro Basile, sull'asfalto della affollatissima circonvallazione. La disperazione, le ambulanze, una moto per terra. Pietro era in sella a una Ducati Monster, Raimondo era alla guida di una Honda Chiocciola 150. Si è schiantato contro una betoniera e dopo essere scivolato sotto le ruote del mezzo pesante è morto. Sul colpo. Come Pietro Brasile. L'ultima vittima di viale Regione, sullo stesso maledetto asfalto. Una vita spezzata all'improvviso. Proprio ieri, nell'ultimo giorno di novembre, il mese in cui la natura coglie gli ultimi lampi di bellezza della terra che si prepara a morire. 
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (21)

  • Per quello che mi risulta tutti i morti che ho visto nella Circonvallazione non li ho visti da nessuna parte e tutti morti allo stesso modo e nella stessa maniera. Un motore per terra, una macchina accanto, una traversa vicina ed un morto coperto.

    • La cosa La annoia?

  • Avatar anonimo di Ginetto
    Ginetto

    Sentite condoglianze,  e un caro saluto al califfo Ollando akbar che provvede a mantenere strade efficienti.

  • Anche se condivisibile, in parte, non solleva nè l'amministrazione comunale, nè le autorità competenti a mantenere la viabilità in condizioni dignitose (cosa che non avviene dato che le "voraggini" sul manto stradale sono la norma, non parliamo dell'illuminazione stradale spessissimo totalmente assente / vedasi strada che porta al Forum Palermo per esempio), nè tanto meno dal vigilare sul rispetto delle norme del codice della strada. Insomma chi dovrebbe essere presente affinché ciò avvenga è per lo più assente (comune e polizia municipale in primis).

  • io questa strada lo percorso 2 volte al giorno da quando e stata fatta col mio motore saranno 30 anni e vi posso assicurare che questo pezzo di strada che va dal ponte fino arrivare allo svincolo e il punto più pericoloso di tutta via regione siciliana forse perché e poco segnalato lo stesso svincolo il fatto sta che molte macchine camminando a sinistra vedono lo svincolo all'ultimo istante e vanno a destra tagliando la strada io personalmente mi sono trovato moltissime volte in difficoltà e frenare per non essere investito. poi negli ultimi anni i telefonini sono diventati la rovina.se controllassero questo punto con una telecamera prenderebbero 10000 verbali al giorno e forse qualche persona sarebbe ancora in vita.

  • Condivido tutto. Condivido il problema relativo alle carateristiche dell'asfalto. Condivido il problema della gente che gui da da ritiro di patente (anche se dissento ASSOLUTAMENTE dal voler legare questo alla "velocità" - le cause sono ben altre), ma... Sto molto per strada, in auto, per motivi di lavoro, durante la settimana. Sto molto in auto per strada, per diletto, nei weekend. Ormai ho superato, come chilometraggio la distanza che sapara la Terra dalla Luna e ritorno; ed ho visto di tutto. In autostrada ho visto persone che favevano guidare il bambino tenuto in braccio, persone che giocherellavano con il tablet usando ambedue le mani, persone che cambiavano la gomma forata in corsia di sorpasso... Tra le tante cose che ho visto , anche il comportamento di MOLTI motociclisti, che guidano come se tutti gli altri utenti della strada fossero la loro balia (l'ultima deficiente non più di tre ore fa). L'incoscienza di alcuni si spinge al punto tale di non comprendere che sulla loro strada incontrano qualcuno che NON è la loro balia, quel qualcuno potrà anche avere la vita rovinata, ma loro la vita la perderanno. Se non si ha un'idea di quale sia stata la dinamica dell'incidente, non credo sia possibile dare le colpe a questo e a quello. Così come non è possibile escludere la fatalità, che avviene per l'imponderabile; che, in quanto "imponderabile", non può essere previsto, ma solo venire sanzionato successivamente avvalendosi del classico "senno del poi"...

    • Giusto, bravo.

  • Per carità, evitate di mettere in scena il solito, ridicolo piagnisteo terroneo-palermitano. Incoraggiato dall'articolo, peraltro. Salvo eventuali casi specifici, e a prescindere dai casi specifici di cui si discute (la vittima di ieri e quella di anni fa) tutti i morti registrati nel corso degli anni in viale regione NON SONO colpa dell'asfalto e quindi "di lu cumuni". In generale, potrebbero individuarsi quali cause due fattori: il principale è l' inciviltà dei guidatori. Il secondo è il fato, la cattiva sorte. Per quanto riguarda l'inciviltá, è innanzitutto una questione culturale, il prodotto di cattivi esempi dati ai ragazzini fin da piccoli. "Lu cumuni" non c'entra. Se il ragazzino vede guidare i genitori come scalmanati, farà lo stesso non appena guiderà un motore o un automobile. Ciò aumenta il rischio incidenti. A ciò bisogna aggiungere l'influenza di contesto. Se il ragazzino, oltre ai genitori, vede tanta gente guidare in modo scimmiesco, di sentirà doppiamente legittimato a guidare allo stesso modo. Lo stile di guida che si osserva in viale regione (e altrove) è testimonianza dell'inciviltá cui mi riferisco. Gli autovelox servono anche a fare cassa, ma dovrebbero pure dissuadere i guidatori da comportamenti incoscienti. Comportamenti che, a Palermo come il tutto il meridione, non sono certo imputabili all'autorità pubblica. Come alla stessa non è imputabile l'inciviltá che partorisce quei comportamenti. Nonostante qualche poveretto creda il contrario. Quanto al secondo fattore, il fato...che dire...Capita di morire ammazzati per strada senza avere colpe specifiche, è la vita. Una frazione di secondo di distrazione, un matto che ti viene addosso...o anche una porzione di asfalto in cattivo stato, certo. Ma non crediate che tutte, o una buona parte, o la maggiorparte delle morti su strada che si verificano in questa città sono causate da quest' ultimo problema. Trattasi del solito meccanico auto-assolutorio, in voga tra molti meridionali: la colpa di ogni disgrazia è, in ultima istanza, sempre e comunque dell' autorità pubblica.

    • Hai tristemente ragione, comunque condoglianze alla famiglia e riposa in pace

    • Approvo

  • Undici anni non son serviti a nulla, a quanto pare... Alla faccia di chi fa i soliti proclami...

  • Ritengo che la mancata manutenzione delle strade contribuisca a determinare tragedie simili e spero che almeno la Procura della Repubblica di Palermo non faccia da spettatore passivo ed apra un'inchiesta al riguardo chiamando in causa tutti i potenziali responsabili. Non impedire un decesso , a causa di una manutenzione stradale assolutamente carente ed inadeguata, equivale a commetterlo. Procura fai il tuo lavoro, non possiamo consentire che altre vite umane ogni giorno muoiano per inadempienze dell'amministrazione di questa "maledetta" città che affonda ogni giorno di più nel baratro.

    • Comunque tengo a precisare che l'asfalto in via regione non è poi così male,fatevi un giro a Brancaccio esattamente in via pecoraino,percorretela tutta fino al forum e fate un paragone con via provatela

      • e la non sbatte mai nessuno ho quasi perché non ti puoi distrare sennò sfasci la macchina e se sei col motore finisci per terra vero matteo

        • Certo

  • Grazie per l'articolo Alessandro nessuno deve dimenticare

    • A quanto pare non serve...

  • Riposa in pace..!! Ma i proventi degli Autovelox, proprio instalati su questa strada non dovrebbero essere finalizati a migliorare la sicurezza delle strade..?? Qui dei morti si sta perdendo il conto..!! Qui si abbassano solo i limiti per aumentare la cassa..!! Da un paio di anni ad oggi la realta' sembra solo questa

    • Purtroppo per lavoro so quanto costa rifare una strada come questa e sempre per lo stesso motivo so che i soldi delle nostre tasse rimangono quasi tutte a Roma da anni. Oramai la Sicilia è al collasso e tutti i Comuni sono o in dissesto o pre dissesto. Purtroppo se non aggiusteranno le cose ne vedremo delle belle.

    • Condivido in pieno la tua analisi! Il ricavato dei verbali (cifre notevoli) serve solo a fare cassa e rimpinguare le casse che chissà perché sono spesso e volentieri al verde. Nulla o poco viene destinato per la ottizzazione degli asfalti nelle tratte stradali maggiormente percorse da noi palermitani e non solo. Una amministrazione che si voglia dire seria, dovrebbe mettere al primo posto la sicurezza dei propri concittadini e a ruota tutto il resto, chiaramente il condizionale è d'obbligo.

  • Ricordo benissimo... e c’è sul posto una foto gigantesca che vedo sempre...???????? Rip per ambedue ❤️

Notizie di oggi

  • Cronaca

    L'omicidio di via Falsomiele: "Moglie e figli vittime di terrore e violenze"

  • Cronaca

    Piazza Bologni, venditore di rose ferito alla testa da una baby gang: cinque denunce

  • Elezioni

    Saverio Romano pronto a prendere il posto di Orlando: "Mi candido come sindaco"

  • Cronaca

    "Carenze igienico sanitarie e cibo non tracciato": sequestrati 35 chili di alimenti e un laboratorio

I più letti della settimana

  • Il racconto di un palermitano: "Ero con Fabrizio Corona, ecco come ci hanno aggredito nel bosco della droga"

  • Ex militare ucciso nel sonno da moglie e figli, "Accoltellato con lame da macellai"

  • Incidente a Verona, con la moto contro un Suv: muore palermitano di 23 anni

  • Omicidio in via Falsomiele, uccide il marito a coltellate e poi chiama il 118: "Venite subito"

  • "Ma qua volete stare gratis? Smontate tutto": quando la mafia fa chiudere i ristoranti

  • Neonata trovata morta nella culla, lacrime e disperazione alla Guadagna

Torna su
PalermoToday è in caricamento