Pietra contro un autobus e vetro in frantumi, allo Zen arriva la polizia

E' successo in via Agesia di Siracusa. L'autista di un mezzo della linea 619 è stato costretto a fermarsi e a chiamare il 113 non appena ha sentito "scoppiare" il finestrino. Poche ore prima un episodio di aggressione ai danni di un controllore sul tram

(foto archivio)

Dopo l’aggressione a un controllore sul tram, ecco la pietra scagliata contro un’autobus che manda in frantumi un finestrino. E’ accaduto oggi pomeriggio in via Agesia di Siracusa, intorno alle 18, quando la polizia è dovuta intervenire nel quartiere dello Zen 2 per l’ennesimo atto di violenza a bordo di (o contro) un mezzo del trasporto pubblico.

Da chiarire ancora la dinamica dell’accaduto. Sembrerebbe che l’autista del mezzo, della linea 619, sia stato costretto ad arrestare la corsa non appena ha sentito i passeggeri urlare a causa di un vetro “scoppiato” per una pietrata. Gli agenti hanno ascoltato il racconto dei testimoni, nessuno dei quali è rimasto ferito, e acquisito le immagini di alcune telecamere di videosorveglianza.

"I colpevoli paghino i danni" | VIDEO

“Queste continue aggressioni e danneggiamenti forse si stanno verificando perché abbiamo intensificato su autobus e tram la verifica. Ringraziamo il Prefetto e le forze dell’ordine che ci assistono continuamente”, dichiarano dall’Amat. Un episodio simile è avvenuto alla fine di novembre scorso. Qualcuno, esattamente come oggi, ha lanciato un sasso distruggendo uno dei vetri del tram.

Poche ore prima nel mirino di un passeggero violento è finito un controllore, colpito con un pugno da un ragazzo che si trovava sulla linea 1, allo Sperone, senza il necessario biglietto. Il verificatore Amat è stato soccorso dai sanitari del 118 e ascoltato dai carabinieri che poi hanno anche acquisito le immagini registrate dalle telecamere a bordo del "Genio".

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Palermo usa la nostra Partner App gratuita !

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (8)

  • Mi dispiace per la gente, perbene ma purtroppo dovete cambiare il percorso della 619 non si può rischiare per andare a lavorare, pagherà il giusto per il peccatore

  • lasciateli senza autobus così si evitano certe cose

  • io abitante dello zen sono indignato di tutto quello che succede se succedesse davanti ai miei occhi gli spaccherei la faccia prima al padre e poi ai figli educazione zero!!!!

  • Bisogna ripristinare il servizio di vigilanza sui mezzi battenti le zone più calde della città.

  • i militari in questi quartieri 24 ore non stop

  • Avatar anonimo di Manola
    Manola

    Volevo dare un consiglio a chi comanda le  forze dell'ordine, nelle zone dove e' successo il fatto mettete per un paio di mesi posti di blocco, fermate chiunque e multate per la qualsiasi infrazione in pratica quelle zone non devono respirare, solo cosi si puo combattere il fenomeno.

    • Condivido, ma purtroppo non è fattibile

    • Purtroppo serve a poco, e sinceramente, poi ritornano peggio di prima.

Notizie di oggi

  • Sport

    Palermo, è tutto vero: società ceduta alla Arkus Network

  • Politica

    Appello di Orlando agli italiani: "Siate partigiani della Costituzione, Salvini pericolo per la democrazia"

  • Mafia

    I carabinieri svuotano le casse della mafia: nel mirino anche il boss di San Lorenzo

  • Cronaca

    "Paghi tu?", "No, tocca a te": tre palermitani litigano e devastano un bar, denunciati

I più letti della settimana

  • "La mafia è stata decapitata, Palermo non permetterebbe mai a Messina Denaro di fare il capo"

  • Picchiato mentre fa jogging in via Maqueda, Pasqua da dimenticare per un 44enne

  • Maltempo e vento a Pasquetta: alberi caduti in strada, scoperchiate verande e tettoie

  • Boxe, ragazzo di Ballarò vince al Madison Square Garden: "E' il re di New York"

  • Cala in lutto, stroncato da un infarto Giovanni il posteggiatore: "Era un uomo buono"

  • "Era ubriaco", Antonio Ingroia bloccato all'aeroporto di Parigi

Torna su
PalermoToday è in caricamento