Una tonnellata di pesce "non tracciabile" in un furgone: sequestro e maxi multa

La polizia è intervenuta in piazza Castelforte. I prodotti ittici sono stati analizzati dall'Asp e la parte ritenuta idonea al consumo è stata devoluta ai bisognosi. Il conducente del mezzo dovrà pagare una sanzione da diecimila euro

Parte del pesce sequestrato

Una tonnellata di prodotti ittici non tracciabili era stata accatastata all'interno di un furgone. Il mezzo è stato bloccato dalla polizia in piazza Castelforte e i controlli si sono conclusi con il sequestro del pesce, una multa da diecimila euro e una denuncia.

Quando gli agenti hanno fermato il veicolo, a bordo c'erano il conducente e un passeggero. Non sono stati in grado di fornire le autorizzazioni per il trasporto e i documenti sulla tracciabilità dei prodotti. I due hanno poi fornito "spiegazioni contraddittorie e poco plausibili in ordine alla provenienza e alla destinazione del pesce".

Per approfondire gli accertamenti sono intervenuti anche gli uomini della capitaneria di porto, della guardia di finanza e dell'Asp. La parte di pesce ritenuta idonea al consumo è stata devoluta ai bisognosi, quella restante è stata distrutta.

Il conducente dovrà pagare diecimila euro di multa per "sovraccarico del mezzo di trasporto; mancata autorizzazione sanitaria; mancato rispetto delle temperature prescritte per il trasporto del prodotto ittico; assenza dei dispositivi per il controllo delle temperature previsti dalla legge; mancanza della documentazione sulla tracciabilità del pesce e assenza del relativo documento di trasporto".

"Nel corso degli accertamenti presso gli uffici del commissariato di Mondello - spiegano dalla Questura - è giunto un parente di uno dei due trasportatori con un documento poi risultato falso. L'uomo è stato pertanto deferito per i reati di sostituzione di persona e truffa".
 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scene da far west ai Danisinni, sparatoria in strada: tre feriti, coinvolta una ragazza

  • "Battute sui siciliani": milanese cacciato da un b&b in centro

  • La mafia imponeva i suoi buttafuori nei locali notturni: scattano 11 arresti

  • Suicidio in carcere, detenuto palermitano di 20 anni si toglie la vita

  • I boss decidevano i buttafuori dei locali: ecco i nomi di tutti gli arrestati

  • Precipita da una balconata: grave giovane palermitano

Torna su
PalermoToday è in caricamento