Misilmeri, 145 piante di marijuana in una villa: arrestati tre palermitani

Sono stati sorpresi nell'immobile al cui interno veniva coltivata la droga durante il blitz. Nel corso della perquisizione i militari hanno scoperto un allaccio abusivo alla rete elettrica per un danno stimato di oltre 12 mila euro. Il giudice ha disposto il divieto di dimora nel Comune

Scovata una villa trasformata in una serra di marijuana nelle campagne di Misilmeri. Ben 150 le piante trovate all'interno dell'immobile dai carabinieri della compagnia locale. Erano dislocate in diverse stanze che ospitavano lampade alogene e climatizzatori per ricreare il clima ideale alla coltivazione. Tre giovani palermitani sono finiti in arresto con l’accusa di produzione di sostanze stupefacenti e furto di energia elettrica. 

A.F., 33enne, R.G., 31enne, e M.A., 30enne, sono stati sorpresi all’interno di una villa durante il blitz antidroga. Nel corso della perquisizione è stato scoperto un allaccio diretto alla rete elettrica pubblica per un danno stimato di oltre 12 mila euro. Gli arrestati hanno avuto i domiciliari in attesa del rito direttissimo presso il tribunale di Termini Imerese. L’arresto è stato convalidato e per i tre giovani è stato disposta la misura cautela del divieto di dimora nel comune di Misilmeri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento