Scoperta maxi piantagione di marijuana da un milione di euro: arrestati 3 uomini

Operazione della guardia di finanza a Partinico. La scoperta è stata effettuata grazie ad una mirata attività d’intelligence con il supporto della Sezione Aerea di Palermo. Scovata anche una pistola. I tre ora rischiano una pena da 6 a 20 anni e una multa fino a 260 mila euro

Il sequestro di droga a Partinico

Tre arresti, una piantagione di canapa indiana sequestrata. E' il bilancio dell'operazione messa a segno dalla guardia di finanza a Partinico grazie ad una mirata attività d’intelligence con il determinante supporto degli elicotteri della Sezione Aerea di Palermo. In manette sono finiti un 50enne (L.G.G. le iniziali), un 26enne (V.M.D.) e B.S., 20 anni.

Elicottero scopre la piantagione | Video

"I tre, tutti partinicesi, sono stati arrestati in flagranza di reato dopo prolungati servizi di osservazione dell’area - dicono dalla guardia di finanza -. Erano intenti a estirpare le piante illecitamente coltivate per portarle poi all’essiccazione. Sono state sequestrate 280 piante ancora radicate al terreno e due sacchi, del peso complessivo di 25 chili. L’operazione è stata effettuata con la collaborazione del personale del Corpo Forestale della Regione, prontamente intervenuto, che ha materialmente sdradicato gli arbusti".

I finanzieri hanno poi individuato un casolare, distante poco più di 300 metri dalla piantagione, dove i tre avevano già concentrato per l’essiccazione quasi 5 chili di marijuana. Complessivamente, secondo una stima preliminare, "l’intervento ha permesso di sottrarre alle conseguenti lavorazioni numerose piante da cui si sarebbero potuti ricavare, potenzialmente, oltre 220 chili di marijuana - dicono dalla guardia di finanza -. Un quantitativo di droga che, una volta introdotto sul mercato al dettaglio per la cessione al consumatore finale, avrebbe consentito di ottenere notevoli ricavi per la criminalità, quantificati in oltre un milione di euro".

Oltre alla sostanza stupefacente, i finanzieri hanno sequestrato tutto il materiale necessario per l’irrigazione, la coltivazione e l’essiccazione, quattro telefoni cellulari, due autovetture, una bilancia elettronica, quasi 500 euro in contanti e una pistola a salve, con le relative munizioni, detenuta da uno dei responsabili. I tre ora rischiano una pena da sei a venti anni e una multa da 26 mila euro a 260 mila euro. Gli arresti sono stati convalidati dal Gip del Tribunale di Palermo.

L'operazione è stata effettuata dai finanzieri del Gico del Nucleo di polizia economico-finanziaria di Palermo e della compagnia di Partinico nell’ambito della attività di controllo economico del territorio svolta dai reparti dipendenti dal comando provinciale di Palermo, in stretta sinergia con il reparto operativo aeronavale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il catering allo stadio per l'Italia, poi lo schianto mortale: il bar Rosanero piange il suo chef

  • Incidente in zona Fiera, perde il controllo della moto e cade: morto 43enne

  • Via Ugo La Malfa, esplode pneumatico: morto gommista di 18 anni

  • Palmese-Palermo, rissa furibonda tra tifosi rosanero: ci sono feriti

  • Truffe, droga e rapine: i boss di Brancaccio facevano spaccare le ossa ai disperati, 9 arresti

  • Incidente a Corleone, auto sbanda e finisce contro un albero: morto diciannovenne

Torna su
PalermoToday è in caricamento