Otto milioni di euro per infanzia e adolescenza: "Potenzieremo molti servizi"

Il Comune ha siglato un piano con Prefettura, Centro per la giustizia minorile, Ufficio di servizio sociale per i minori, Ufficio scolastico regionale e Asp. Previsti interventi a sostegno dei giovani a rischio di devianza e l’istituzione di un centro per i tutori dei minori stranieri

Più di otto milioni per rilanciare le politiche per l’infanzia e l’adolescenza e supportare le famiglie in difficoltà. A tanto ammontano gli investimenti del Piano, siglato tra il Comune, la Prefettura, il Centro per la giustizia minorile, l'Ufficio di servizio sociale per i minori, l’Ufficio scolastico regionale e l’Asp,  presentato questa mattina a Villa Niscemi. Questo significa che, il prossimo anno, verranno potenziati molti servizi. Tra questi il sostegno psicologico a minori in affido e alle famiglie affidatarie che favorisce l’adattamento del minore al nuovo contesto familiare e sociale, consentendo alla famiglie affidatarie la comprensione dell’esperienza di cambiamento vissuta sia dal bambino che dalla famiglia stessa.

Ma la lista è molto più estesa. Prevede l'aumento delle azioni di contrasto alla Povertà educativa attraverso l’attivazione di laboratori, visite museali, spettacoli teatrali e cinematografici che hanno lo scopo di avvicinare i minori alla cultura ma anche uno spazio sovracircoscrizionale transculturale per minori stranieri con problemi sanitari finalizzato alla risoluzione delle problematiche incontrate nello svolgimento della vita quotidiana, interventi a sostegno degli adolescenti a rischio di devianza e l’istituzione di un centro di sostegno e facilitazione per i tutori che vogliono prendere in carico ragazzi/e stranieri non accompagnati.

“Questo accordo - afferma il sindaco Leoluca Orlando – è il modo migliore per Palermo di passare da Capitale dei giovani a Capitale della cultura e nello stesso tempo per far crescere la Città educativa che trova nell’infanzia e nell’adolescenza il suo punto di forza. I trenta interventi previsti per il prossimo anno cambieranno i servizi resi. Appunto, all’infanzia e all’adolescenza che di fatto confermano il netto cambiamento di questa città sempre con maggiore attenzione per i giovani”. "Il piano -  afferma l'assessore alla Cittadinanza Solidale Giuseppe Mattina - è stato costruito con il coinvolgimento di tutte le istituzioni e del terzo settore e prevede l'attuazione di azioni di prevenzione, di protezione e di partecipazione. Ulteriore strumento per costruire comunità e dare risposte all'inclusione e alla promozione".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il catering allo stadio per l'Italia, poi lo schianto mortale: il bar Rosanero piange il suo chef

  • Incidente in zona Fiera, perde il controllo della moto e cade: morto 43enne

  • Via Ugo La Malfa, esplode pneumatico: morto gommista di 18 anni

  • Palmese-Palermo, rissa furibonda tra tifosi rosanero: ci sono feriti

  • Truffe, droga e rapine: i boss di Brancaccio facevano spaccare le ossa ai disperati, 9 arresti

  • Tutti pazzi per il "black friday", ecco i negozi a Palermo dove trovare sconti e fare affari

Torna su
PalermoToday è in caricamento