Passante, dopo le proteste arriva la tregua: operai tornano nei cantieri

Lo annunciano i sindacati: “I lavoratori hanno deciso di fermare le proteste perché,con senso di responsabilità, vogliono aspettare gli sviluppi della vicenda"

Cantiere del passante ferroviario

Una “tregua”, ovvero una sospensione delle iniziative di protesta, è stata stabilita oggi al termine dell’assemblea dei lavoratori del cantiere del passante ferroviario. Lo annunciano i sindacati in una nota.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Gli operai - dichiarano Ignazio Baudo (Feneal Uil), Paolo D’Anca (Filca Cisl) e Francesco Piastra (Fillea Cgil) - hanno deciso di fermare le proteste perché, con senso di responsabilità, vogliono aspettare gli sviluppi della vicenda, attesi per il mese prossimo. Dopo l'incontro del 7 giugno, si sta valutando la possibilità di far realizzare da Sis la parte principale del passante ferroviario per poi far completare dalla stessa azienda la realizzazione della stazione di Capaci, del doppio binario Notarbartolo – aeroporto e della stazione di San Lorenzo. Vogliamo dare un’ulteriore apertura di credito – affermano Baudo, D’Anca e Piastra –  all’ente e all’azienda, nell’auspicio che si salvaguardino i livelli occupazione e che si porti a termine un’infrastruttura fondamentale per tutto il territorio”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moggi: "Padre Pio è apparso in sogno a una signora di Palermo e ha fatto una profezia su di me"

  • Va in ospedale per sospetta congiuntivite, due giorni dopo 30enne trovato morto in casa

  • Coronavirus, in Sicilia sospeso l'avvio della stagione balneare

  • Un cerotto contro il Covid-19: il vaccino scoperto dagli scienziati Usa gemellati con Palermo

  • Coronavirus, positivo anche primario dell’ospedale Villa Sofia: è ricoverato al Cervello

  • Coronavirus, in Sicilia 68 nuovi contagiati: i morti superano quota 100

Torna su
PalermoToday è in caricamento