Ferisce al collo e deruba l'ex convivente, arrestato 19enne a Partinico

La polizia è intervenuta per la segnalazione di una lite. Vedendo gli agenti, la giovane donna ha raccontato tra le lacrime di essere stata più volte minacciata e picchiata perchè "colpevole" di avere interrotto la relazione con il compagno

Lei lo lascia e lui reagisce con la violenza, picchiandola e derubandola. Un ragazzo di 19 anni è stato arrestato dalla polizia a Partinico con l'accusa di maltrattamenti.

Non appena la ragazza ha visto gli agenti, intervenuti per la segnalazione di una lite, ha raccontato loro delle violenze subite e ha mostrato alcuni graffi sul collo dicendo che a ferirla era stato l'ex compagno. Secondo quanto raccontato dalla giovane tra le lacrime, lei aveva deciso di interrompere la relazione sentimentale ma il 19enne si è presentato a casa sua e si è scatenata la baraonda.

"Dal racconto della donna - sottolinea la polizia  - è emerso uno spaccato di soprusi, violenze e aggressioni ai suoi danni da parte dell’ex convivente. Non volendosi rassegnare alla fine della storia, aveva iniziato a vessarla e picchiarla. Avrebbe poi messo in atto anche violenze psicologiche, spesso anche innanzi a terze persone. La giovane donna, esasperata, si è rivolta alla polizia".

Sul luogo dell’intervento, gli agenti hanno scorto in mezzo a un capannello di persone anche l'ex convivente. Aveva ancora con sè numerosi oggetti ed effetti personali rubati all’ex convivente.

In aiuto della ragazza anche i sanitari del 118, che le hanno prestato le prime cure prima di accompagnarla in ospedale. Dopo aver verificato le accuse e avere ascoltato anche alcuni testimoni, gli agenti hanno arrestato il 19enne per i reati di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali, minaccia e furto in abitazione. L'arresto è stato convalidato e il giudice ha disposto "il divieto di avvicinamento ai luoghi freguentati dalla vittima, il divieto di qualsiasi forma di comunicazione con Ia stessa, nonche l'obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria".
 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La lite dopo gli insulti alla moglie, sparatoria allo Zen: fermato un pregiudicato

  • Zona via Belgio, si suicida lanciandosi dal quarto piano: paura davanti a una scuola

  • Si cercano portalettere, Poste Italiane assume anche a Palermo

  • Allo Zen si torna a sparare, 48enne grave in ospedale

  • Falliscono colpo in casa e si "imbucano" a veglia funebre per evitare i carabinieri, 2 arresti

  • Detenuto suicida in carcere, indagata per omicidio colposo la direttrice del Pagliarelli

Torna su
PalermoToday è in caricamento