Scoppia incendio alla distilleria Bertolino di Partinico: feriti tre operai, uno è grave

Le fiamme sono state precedute da un'esplosione e si sono propagate velocemente all'interno dello stabilimento. Sul posto sette squadre dei vigili del fuoco. Gli operai sono stati soccorsi e condotti in ospedale

Prima lo scoppio, poi le fiamme alte. Un vasto incendio è divampato ieri sera all'interno della distilleria Bertolino di Partinico. Tre operai sono rimasti feriti e sono stati portati in ospedale. Uno di loro, il 44enne F.P.D.D., è stato ricoverato in gravi condizioni al centro grandi ustioni del Civico di Palermo. Sul posto anche 118 e carabinieri.

L'allarme è giunto alla sala operativa dei vigili del fuoco poco prima delle 22. Sul posto sono state inviate sette squadre da Palermo e Partinico che hanno lavorato per tutta la notte per domare le fiamme. Non si conoscono ancora le ragioni per cui sarebbe avvenuta l'esplosione nella distilleria. Secondo una prima ricostruzione il fuoco sarebbe stato sprigionato dal portellone di un sistema di filtraggio.

Gli operai si sarebbero accorti della fuoriuscita di fumo da un silos e dopo averlo aperto per individuare il problema sono stati investiti dalla fiammata. Il più grave è il 44enne nato e residente a Partinico che ha riportato gravi ustioni sul 10% della superficie corporea, principalmente alle mani e al volto. Meno preoccupanti le condizioni dei due colleghi.

L’area è stata sequestrata per accertamenti. Rientrato l’allarme è stato eseguito un sopralluogo da parte dei tecnici del Servizio di prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro. Dovranno ricostruire la dinamica dell’incidente, cercare di stabilirne le cause e verificare se all’interno della distilleria fossero state rispettate tutte le norme di sicurezza.

"Sono ore di apprensione per la nostra comunità. Voglio esprimere la vicinanza, a nome di tutta la cittadinanza, alle famiglie dei feriti. Monitoriamo costantemente - ha detto il sindaco di Partinico Maurizio De Luca - la situazione, con i vertici della polizia municipale, gli organi dirigenziali e i componenti della giunta. Aspettiamo l'evoluzione del quadro clinico. Nelle prossime ore mi recherò di persona al centro grandi ustioni dell'Ospedale Civico di Palermo". 

Il deputato 5 stelle alla Camera, Antonio Lombardo scrive ad Arpa: "Si attivino controlli per monitorare il livello degli scarichi della distilleria, atteso che l'esplosione sembrerebbe essersi verificata nel reparto filtraggio, con l'obiettivo di scongiurare eventuali conseguenze ambientali eventuali conseguenze ambientali. Non è ovviamente il caso di fare allarmismi è bene, però, intervenire subito per monitorare da vicino la situazione nell’interesse della collettività. Voglio esprimere inoltre la mia vicinanza ai feriti e alle loro famiglie, unitamente al grosso augurio che tutto per loro si risolva per il meglio e in tempi celeri".

Sull'incidente interviene anche Leonardo La Piana segretario generale Cisl Palermo Trapani: “Ancora un incidente sul lavoro che conferma che tanto c’è da fare sul fronte della sicurezza. Siamo vicini agli operai rimasti feriti e alle loro famiglie. Attendiamo l’esito delle indagini in corso per chiarire le cause dell’incendio, ma siamo dell’idea che bisogna fare molta più prevenzione per garantire il ritorno a casa dei lavoratori a fine giornata. Servono inoltre più controlli e un impegno maggiore di tutte le parti istituzionali coinvolte”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tragedia a Bellolampo: uomo ucciso da una cavalla durante il parto, grave il figlio

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

  • Incidente a Monreale, scontro frontale tra due auto sulla circonvallazione: un morto

  • Nuova tragedia in sala parto: neonata muore alla clinica Triolo Zancla

Torna su
PalermoToday è in caricamento