Vescovo allontana parroco, ma lui replica con messa-show: "Predicherò in luoghi clandestini"

L'arcivescovo Corrado Lorefice ha invitato don Alessandro Minutella, della parrocchia di San Giovanni Bosco, a prendersi un periodo di pausa. Richiesta respinta dal parroco: "Non temo le sanzioni, per me sono un onore"

don Alessandro Minutella - foto Facebook

Polemiche e liti a distanza, anche attraverso social network, sembrano non risparmiare nessuno. Neppure la Chiesa. Nelle ultime ore nel mondo ecclesiastico palermitano si è consumato lo scontro tra monsignor Corrado Lorefice, arcivescovo di Palermo, e don Alessandro Minutella della parrocchia di San Giovanni Bosco, nella zona di Romagnolo.

Lorefice ha invitato il religioso a prendere un periodo di riposo, ma la richiesta ha innescato una netta polemica. Tutto nasce da contrasti sulla pastorale di Minutella e soprattutto sulle sue affermazioni, anche rilanciate tramite social network, di essere in contatto con la Madonna. Il prete è stato richiamato al silenzio e all'obbedienza dal vescovo, il quale lo ha invitato a prendersi un periodo di riposo e a lasciare la parrocchia.

Don Minutella ha risposto con una messa-show nella sua chiesa rilanciata in diretta Facebook. Minutella ha spiegato ai fedeli quanto accaduto e ha annunciato che non lascerà la parrocchia finché Lorefice in persona non andrà a spiegare le sue ragioni. "Io andrò avanti non chinerò il capo - ha detto Minutella -. Corrado col tuo decreto hai compiuto la profanazione di tante anime che per te non esistono. Il decreto è solo un insieme di falsità: devo lasciare la parrocchia? Ci incontreremo in un luogo clandestino, ma preceduti dal soffio dello spirito santo". Minutella si è detto consapevole che la sua risposta potrà avere delle conseguenze. "Questa celebrazione - ha detto - entrerà nella storia perché non ho obbedito. E vedrete voi: sarò sospeso 'a divinis' e ridotto allo stato laicale. Vedo già questi provvedimenti scritti. Ma non temo le loro sanzioni, per me sono un onore". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Quella notte d'amore all'Ucciardone, Graviano: "Ho fatto un figlio ed ero al 41 bis"

  • Donna di 52 anni muore al Policlinico, tensione in ospedale: familiari sporgono denuncia

  • Colpo al clan dell'Arenella, 8 arresti: c'è anche il boss accusato della strage di via D'Amelio

  • L'Arenella e lo Scotto da pagare: dallo "stigghiolaro" a Galati nella rete del racket

  • Mafia, la vedova Schifani sull'arresto del fratello: "Sono devastata, per me è morto ieri"

  • La migliore arancina di Palermo? Simone Rugiati non ha dubbi: "E' quella di Sfrigola"

Torna su
PalermoToday è in caricamento