Parco della Favorita, scattano i lavori: stop alle auto

Il piano è stato presentato in conferenza stampa dal sindaco Leoluca Orlando: "Vogliamo trasformare il polmone verde più grande della città in un Teatro Massimo ambientale"

Via i lavori nel Parco della Favorita. Gli interventi - che dureranno tre settimane - porteranno alla chiusura (a turno) delle strade che si snodano dentro il polmone verde più grande della città. In azione le squadre del settore Verde del Comune con le partecipate Reset, Amg, Amap e Rap,vigili e Italtel. Da domani e fino a venerdì stop alle auto in viale Diana dalle 6.30 alle 15.30. Dal 7 all'11 marzo, sempre in questa fascia oraria, verrà chiuso invece viale Ercole. In questi giorni verrà invertito il senso di marcia di viale Diana, da Mondello alla città.

La Favorita quindi si rifà il look. Si tratta di un maxi intervento di manutenzione. Verranno impiegati più di 300 addetti, come successo nelle scorse settimane nella circonvallazione. Il piano è stato presentato in conferenza stampa dal sindaco Leoluca Orlando. Le operazioni si concluderanno il 18 marzo, in modo da "salvare" la Pasquetta.

"Vogliamo trasformare il Parco in un Teatro Massimo ambientale con un'operazione a costo zero", ha detto il primo cittadino. Verrà eseguito un profondo intervento di pulizia che comporterà l'eliminazione delle erbacce lungo le strade, la potatura degli alberi e la sistemazione di nuove staccionate per migliorare l'immagine e il decoro del parco e illuminazione lungo gli assi viari.

L’intervento quindi sarà organizzato in tre fasi. Nella prima: intervento di cura e manutenzione della Zona Nord con priorità agli assi viari principali. Nella seconda fase intervento di cura e manutenzione della Zona Sud con priorità agli assi viari principali. Infine intervento di cura e manutenzione delle zone interne e definizioni degli interventi precedenti. Per questi lavori saranno impiegate 313 persone con il supporto di 44 mezzi: Reset 253 persone e 21 mezzi, Rap 22 operatori e 8 mezzi, Amap 9 operatori e 4 mezzi, Amg 4 operatori e 2 mezzi, Area Verde, 5 operatori e 3 mezzi, Supporto polizia municipale, 12 vigilie 6 mezzi

"Attraverso questo intervento – ha detto Antonio Perniciaro, presidente di Reset - vogliamo rendere più gradevole e fruibile il polmone verde di Palermo. Ci auguriamo che questo intervento sia l'apripista di una serie di interventi di cui il Parco avrebbe bisogno".
 
Al progetto partecipa anche Italtel e relativamente agli aspetti di monitoraggio delle attività delle squadre di intervento. In particolare, in considerazione della vasta dimensione del parco e dell’intenzione di creare una Control Room nei locali di Casa Natura all’interno del Parco, Italtel offre la sua soluzione di videocomunicazione di nuova generazione in alta definizione HD basata sulla piattaforma tecnologica Embrace sviluppata nei propri laboratori di Ricerca e Sviluppo di Carini..
 
Desideriamo ringraziare la Reset – ha detto Pietro Giuliano, dell’area mercato Public Sector di Italtel - per l’opportunità che ci ha dato e che abbiamo colto con favore in quanto va nella direzione che Italtel ha preso per lo sviluppo di soluzioni di Digital Transformation per il Paese e che rafforza la collaborazione con il Comune di Palermo. Siamo orgogliosi di dare il nostro contributo a questo importante progetto di riqualificazione dell’area del Parco della Favorita”.
 

Potrebbe interessarti

  • Meduse nelle coste palermitane e il falso mito della pipì: tutti i (veri) rimedi anti ustione

  • Magnesio, toccasana per la salute e non solo: perché i palermitani dovrebbero prenderlo

  • Abitare sostenibile, quando il cappotto termico a casa ti salva l'estate e il portafogli

  • Commercio a Palermo, nelle vie "in" affittare un negozio costa anche 165 mila euro l'anno

I più letti della settimana

  • Omicidio a Carini, uccide la compagna e si barrica dentro un negozio

  • Incidente in via Leonardo da Vinci, 28enne in scooter investito dal tram

  • Due dj, bar e duecento persone in pista: sequestrata discoteca abusiva a Mondello

  • Fiamme in una casa di via Altarello, nell’incendio morto un anziano

  • San Cipirello, 41enne trovato morto sul marciapiede di fronte casa: ipotesi omicidio

  • Monreale, si allontana da casa per bruciare le sterpaglie: pensionato trovato morto

Torna su
PalermoToday è in caricamento