"In Sicilia parchi senza barriere architettoniche", la battaglia dell'Udicon per i disabili

L’Unione per la difesa dei consumatori lancia la campagna nazionale #parcondicio e invita i Comuni a usufruire dei fondi a disposizione per creare parchi gioco inclusivi

Cancellare le barriere architettoniche nei parchi di tutti i Comuni della Sicilia. Questo l'obiettivo della campagna nazionale #parcondicio che l’Unione per la difesa dei consumatori (Udicon) regionale lancia su tutto il territorio isolano, per tutto il mese di ottobre. 

"Vogliamo sensibilizzare le amministrazioni di tutti i 390 Comuni siciliani sul tema degli ostacoli per i diversamente abili nei parchi, ville, spazi pubblici, aree verdi delle varie città. L'Udicon Sicilia sta già segnalando ai sindaci, attraverso le nostre rappresentanze locali, i parchi dove insistono le barriere che al più presto andranno rimosse", dicono il commissario regionale Giuseppe Calà e i commissari provinciali Marco Corsaro, Michele Amato e Giuseppe Stagno. I gazebo aperti ai cittadini saranno presenti nelle principali piazze durante il mese di ottobre.

"Per i Comuni - precisano i commissari - in Sicilia c'è la possibilità di incassare fondi per creare parchi gioco inclusivi. Proprio oggi stiamo inviando una pec informativa ai sindaci per spingerli a partecipare al relativo bando della Regione, pubblicato dall'assessorato regionale alla Famiglia e Politiche sociali nell’avviso al Ddg n. 1399 del 8 Agosto 2019/Servizio 4 Dipartimento Famiglia, in scadenza il prossimo 31 ottobre. A disposizione dei Comuni siciliani ci sono oltre tre milioni e 800 mila euro per realizzare un'infrastruttura vitale per disabili e famiglie".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colpo al clan dell'Arenella, 8 arresti: c'è anche il boss accusato della strage di via D'Amelio

  • La migliore arancina di Palermo? Simone Rugiati non ha dubbi: "E' quella di Sfrigola"

  • Giro di escort in pieno centro: facevano prostituire 10 palermitane, tre arresti

  • Mafia, la vedova Schifani sull'arresto del fratello: "Sono devastata, per me è morto ieri"

  • Sospetto caso di Coronavirus, mascherine e fuggi fuggi al pronto soccorso del Cervello

  • L'Arenella e lo Scotto da pagare: dallo "stigghiolaro" a Galati nella rete del racket

Torna su
PalermoToday è in caricamento