Il Papa a Palermo, Pagliaro (Cgil): "Le sue parole siano un monito: innescare processi di crescita"

Così il segretario generale della Sicilia saluta la presenza del Pontefice in Sicilia

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di PalermoToday

“Ci auguriamo che le parole di Papa Francesco siano un monito soprattutto nei confronti della politica e spingano al fare concreto, andando oltre annunci e vuote parole, per innescare processi di crescita che affermino la legalità e la dignità dell’uomo che trova nel lavoro e nella lotta contro lo sfruttamento due snodi cruciali”. Con queste parole il segretario generale della Cgil Sicilia, Michele Pagliaro, saluta la presenza del Pontefice in Sicilia. “Tolleranza, accoglienza, diritti, lavoro, futuro per i giovani, tutela degli ultimi, sono parole chiave dell’iniziativa della Cgil - dice Pagliaro -  e assieme ad esse, la lotta per un Mezzogiorno che ancora arranca e nel quale i diritti delle persone non sono sempre garantiti e l’illegalità e la mafia non sono debellate.  Sono le nostre battaglia - conclude Pagliaro-, vogliamo sottolinearlo nel giorno in cu si ricorda una figura di eccezionale esempio come padre Puglisi, battaglie alle quali la Chiesa di Papa Francesco può dare un contributo fondamentale”.

Torna su
PalermoToday è in caricamento