Rissa a Palmi, Mirri condanna i tifosi violenti: "Mi sono vergognato"

Così il presidente del Palermo dopo il Far West scatenato sotto il settore ospiti: "Ci sono persone che non meritano alcun riguardo, mi sono scusato con la Palmese". Stadio senza barriere? "Ne abbiamo parlato col questore, potremmo raggiungere l'obiettivo"

Il presidente Dario Mirri con il giornalista Nino Randazzo nella sede dell'Ordine dei giornalisti

"Definirli tifosi è anche troppo. Mi sono vergognato, sono andato dalla dirigenza della Palmese per scusarmi". Così il presidente del Palermo Dario Mirri, intervenuto ad un corso di formazione organizzato dall'Ordine dei giornalisti, ha commentato la rissa tra tifosi rosanero avvenuta ieri a Palmi

Parole dure, che condannano fermamente la condotta di certi pseudo tifosi. "Avevano i nostri colori - ha aggiunto Mirri, prendendo le distanze dal Far West scatenato per futili motivi sotto il settore ospiti - ma non hanno nulla di quello che ci riguarda. So bene che dentro la tifoseria del Palermo ci sono delle persone che non meritano alcun riguardo. Siamo per un calcio diverso, con tifosi diversi”.

Mirri ha poi annunciato una novità che potrebbe riguardare il Renzo Barbera: "Abbiamo chiesto alle autorità competenti di eliminare la barriera di divisione dello stadio. Abbiamo parlato con il questore e gradualmente, potremmo raggiungere un obiettivo: dimostrare che questa è una città piena di appartenenza e trasparenza. Ne sarei molto orgoglioso, e penso lo sarebbero anche i tifosi. Siamo ben altro rispetto a quello che abbiamo visto ieri".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • Reddito di cittadinanza, parte la fase 2: i lavori socialmente utili diventano obbligatori

  • Blitz antimafia a Belmonte Mezzagno, quattro arresti: "In carcere il nuovo capo"

  • Spopola a Palermo la truffa dello specchietto: "Piovono segnalazioni..."

Torna su
PalermoToday è in caricamento