Orti urbani nelle mani di nessuno, Li Muli: "Dimenticanza? Comune intervenga"

Alcuni piccoli appezzamenti di terreno nella zona di largo Pozzillo e Villa Turrisi, assegnati nel 2003, risultano curati nonostante molti degli assegnatari siano deceduti. "Dimenticanza che potrebbe considerarsi omissione d'atti d'ufficio"

Uno degli orti urbani fotografati da Maurizio Li Muli

Orti urbani nelle mani di "nessuno", assegnati a cittadini in alcuni casi ormai deceduti. Dopo la denuncia di tre anni fa sulla "non gestione" di alcuni appezzamenti di terreno nei pressi di largo Pozzillo e Villa Turrisi e dopo i controlli dei vigili urbani è intervenuto il consigliere di circoscrizione Maurizio Li Muli: "Abbiamo appreso che molti assegnatari risultano deceduti ma che i terreni non sono stati rimessi nelle mani dell’Amministrazione, nonostante una nostra interrogazione a cui non mai è stata data nessuna risposta".

"Il Consiglio della quinta circoscrizione - aggiunge Li Muli - ha approvato una mozione nella quale si chiede la revoca di tutte le assegnazioni effettuate nel 2003, nonché l’avvio della procedura di bando e assegnazione dei lotti a chi ne vorrà fare richiesta, così come previsto dal vigente regolamento comunale". Il consigliere ha poi sottolineato che gli orti, risultando curati a distanza di 13 anni, sarebbero stati ceduti a terza che non ne avrebbero alcun diritto e senza che la circoscrizione o gli ungici comunali ne sappiano nulla.

"Troviamo alquanto strano che dal 2013, data in cui abbiamo effettuato le prime richieste e verifiche ad oggi, i dirigenti dei vari rami dell’Amministrazione non abbiamo trovato il tempo - conclude Li Muli - di mettere la parola fine a questa forma di usucapione di beni pubblici con un atto di revoca". Poi rincara la dose con un'accusa: "Crediamo che in questa ‘dimenticanza’ possano trovarsi gli elementi per un provvedimento di omissione di atti d’ufficio, con il quale l'Amministrazione dovrebbe confrontarsi. Crediamo che la legalità nella gestione dei beni pubblici debba essere sempre al primo posto e pertanto non è ammissibile nessuna deroga dal percorso individuato".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in via Pitrè, muore travolto da uno scooter mentre passeggia con il cane

  • "C'è un uomo con un mitra sotto braccio!": panico alla Cala, arrivano le squadre speciali

  • La lite dopo gli insulti alla moglie, sparatoria allo Zen: fermato un pregiudicato

  • Zona via Belgio, si suicida lanciandosi dal quarto piano: paura davanti a una scuola

  • Allo Zen si torna a sparare, 48enne grave in ospedale

  • Si cercano portalettere, Poste Italiane assume anche a Palermo

Torna su
PalermoToday è in caricamento