Orlando: "Palermo avrà il suo acquario, sarà realizzato alla Bandita"

Lo ha annunciato il Sindaco durante la presentazione dell'ultimo Electronic Town Meeting, che si terrà ai Cantieri culturali della Zisa. L'incontro sarà dedicato alla discussione con i cittadini sul nuovo Piano regolatore della città

Palermo avrà il suo acquario e sorgerà nella zona della Bandita. Lo ha annunciato il sindaco Leoluca Orlando durante la presentazione a Villa Niscemi dell'ultimo Electronic Town Meeting, che si terrà domani ai Cantieri culturali della Zisa e che sarà dedicato alla discussione con i cittadini sul nuovo Piano regolatore della città, le cui linee guida vedranno la luce nel 2015

L'acquario, secondo il progetto, avrà una capienza di quattordici milioni di litri divisi in sei vasche. La sua costruzione dovrebbe essere affidata ad Ettore Piras, l'architetto "padre" dell'acquario di Genova. Un investimento da 50 milioni di euro per un ambizioso progetto che darà lavoro a migliaia di persone e vedrà coinvolti Comune, Regione e Camera di Commercio, oltre al Consiglio nazionale delle ricerche, l'Ismett e l'Università. Fra le intenzioni c'è anche quella di creare un grosso polo di ricerca scientifica

All’appuntamento di domani invece parteciperà anche una delegazione di ospiti del progetto euro-mediterraneo Netkite provenienti da Egitto, Giordania, Palestina e Tunisia che applicheranno la metodologia Etm nei propri paesi di origine e sarà presente anche Angelo Marcotulli dirigente della Regione toscana che da anni promuove il town meeting come sistema innovativo di partecipazione pubblica insieme a Francesco Molinari, ricercatore e consulente nel campo dell’innovazione, information technology e e-governament.

"I town meeting - ha detto l'assessore alla Partecipazione, Giusto Catania - sono stati valutati dalla Commissione europea come buona pratica da realizzare in Europa. Alcuni paesi del Mediterraneo lo hanno preso a modello e con loro è stato avviato un progetto pilota per lo scambio di best practies. Nei prossimi giorni faremo una delibera di giunta perché il provvedimento conterrà anche le richieste emerse durante i town meeting, che sono state recepite dall'amministrazione nel percorso che porterà alla redazione del nuovo Prg".

“Questo è un altro passaggio fondamentale di partecipazione reale dei cittadini – ha sottolineato il sindaco Leoluca Orlando -, un nuovo atto per coinvolgere operatori e cittadini sulle scelte future della città. Un metodo utile che va nella direzione di coinvolgere la nostra comunità nella vita politica”. “Siamo molto contenti di aver inserito il tema del nuovo piano regolatore nel calendario del Town Meeting che confermando il metodo di partecipazione dei cittadini, fornirà idee e proposte progettuali di sicuro interesse”, ha invece detto l’assessore alla Pianificazione urbana, Giuseppe Gini.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (8)

  • Avatar anonimo di Luigi
    Luigi

    Scommettiamo che piazzerà un'altro gruppo Gesip, all'interno di questo acquario?

  • Avatar anonimo di paolo
    paolo

    caro il mio primo Cittadino (che il sindaco lo sai fare) per tutto il rispetto per i pesci i 50 milioni di euro perchè non li investi per tutto quello che Palermo a di bisogno, un aiutino per i senza casa.......

  • Avatar anonimo di sanso
    sanso

    Un imponente opera che servira a riqualificare quella zona che a mio parere e veramente oscena e sporca e i guadagni serviranno per sistemare cio che per adesso non e stato possibile.inoltre queso acquario sara davvero economico per la citta e il comune

  • chiacchiere...e tutto il resto? lo stadio nuovo,ikea e le strade,i marciapiedi,i sotto passi,quante ne vuoi opere da fare più importanti dell'acquario?....buffone esibizionista....

  • Avatar anonimo di satsumo2008
    satsumo2008

    Fallo a casa tua l acquario Orlando noi Bandita la vogliamo pulita e normale senza oscenita'...

    • Avatar anonimo di samuel
      samuel

      Amico, Mai visto una zona più sporca della bandita

  • Avatar anonimo di antoPa82
    antoPa82

    Strade dissestate, verde pubblico in condizioni pietose, immondizia ovunque, raccolta differenziata inesistente, trasporti pubblici largamente insufficienti ed in condizioni da terzo mondo, palazzetto dello sport abbandonato e cadente...ed a cosa si pensa? All'aquario!! se Palermo fosse una persona..lacrimerebbe sangue!!

    • Avatar anonimo di Antonio
      Antonio

      si tratta di un investimento totalmente privato, il comune ha solo dato il benestare. Quindi non ha nulla a che fare con le opere pubbliche e di riqualificazione di cui la città ha bisogno. È semmai l'occasione per creare un'ottima attrattiva turistica e scientifica capace di generare ricchezza e posti di lavoro (si veda l'acquario di Genova che ha milioni di visitatori). Chiaro che poi grazie ai ritorni economici ricavati dalle tasse pagate da tutto questo giro, il Comune dovrebbe poi investire sulla riqualificazione. il comune non ha soldi e quindi deve cercare investitori. Quando si parla di investitori, si parla di progetti che portano innanzitutto business, dobbiamo però essere bravi ad approfittarne per il bene della città. Ben venga poi una cosa come un acquario, forse non sapete come sono concepiti oggi, sono oltretutto interessantissimi dal punto di vista culturale. Era meglio una bella perforazione petrolifera?

Notizie di oggi

  • Cronaca

    "Calmi, nessuno si farà male": con le tute da imbianchino e la pistola rapinano Carrefour

  • Cronaca

    Stagione balneare 2019, scattano i divieti: niente tuffi a Vergine Maria e Romagnolo

  • Cronaca

    Incidente sul traghetto: marinaio palermitano schiacciato da un trattore

  • Politica

    Salvini ancora contro Orlando: "Palermo unico capoluogo senza carta d'identità elettronica"

I più letti della settimana

  • "Mi stanno ammazzando": i boia spaccavano le ossa nella stanza degli orrori di via Imera

  • La banda dei falsi incidenti: mutilavano gambe e braccia per truffare le assicurazioni, 42 arresti

  • Mutilavano gambe e braccia per truffare le assicurazioni, i nomi degli arrestati

  • Omicidio in zona via Notarbartolo, strangola la compagna dopo una lite e si costituisce

  • Tragico incidente in auto, morto ragazzo palermitano di 20 anni

  • Uccisa dal compagno perché si è rifiutata di fare sesso: "L'ho strozzata con tutta la forza"

Torna su
PalermoToday è in caricamento