Fiat di Termini, blocchi ai cancelli Operai in presidio tutta la notte

Alcuni lavoratori hanno trascorso la nottata davanti alla fabbrica per impedire l'uscita delle bisarche con le auto. "Andremo avanti almeno fino a mercoledì, giorno della riunione tra Fiat e Dr Motors"

Dopo la giornata di ieri vissuta tra rabbia e dolore per l'ultimo giorno di piena produzione a Termini Imerese, alcuni operai della Fiat hanno trascorso la notte al presidio davanti alla fabbrica. Hanno acceso il fuoco per scaldarsi vicino a due gazebo e per dormire qualche ora si sono riparati nelle proprie auto messe di traverso davanti al cancello dello stabilimento per impedire l'uscita delle bisarche con le auto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"E' tutto fermo", dicono gli operai che da ieri pomeriggio bloccano l'uscita dei mezzi pesanti pronti a consegnare le partite di Lancia Ypsilon nuove di zecca. In ducento circa sono rimasti fino alle 2, poi a poco a poco molti sono rientrati nelle proprie case. Stamattina è arrivato il cambio. "Andremo avanti almeno fino a mercoledì, giorno in cui è in programma la riunione al ministero dello Sviluppo con Fiat e Dr Motor per tentare di chiudere l'accordo", affermano i lavoratori al presidio. Gli operai hanno deciso di far scattare il presidio "come atto d'orgoglio ma anche di resistenza all'ennesima chiusura di Fiat nei confronti dei propri dipendenti, manifestata con l'indisponibilità a concedere gli incentivi per accompagnare chi ha i requisiti alla pensione, nonostante la scelta di abbandonare per sempre la Sicilia, chiudendo la fabbrica". (Fonte: Ansa)
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'entrata da Mondello, poi il volo su via Libertà: attesa per l'esibizione delle Frecce Tricolori

  • Donna incinta positiva al Coronavirus ricoverata al Cervello: è tornata a Palermo da Londra

  • Coronavirus, finalmente ci siamo: per la prima volta zero contagi in Sicilia

  • Mega rissa a Ballarò, in trenta si affrontano a pugni e sprangate: ferito anche un bambino

  • Strage Capaci, Emanuele Schifani e quel papà mai conosciuto: "Non provo odio ma tanta rabbia"

  • Mercatini, spiagge e pulizia delle strade: ecco il lavoro per i percettori del reddito di cittadinanza

Torna su
PalermoToday è in caricamento