Rapinatore morto, chiesta scarcerazione per i bengalesi: dubbi sulle cause del decesso

Nella richiesta avanzata al gip la Procura chiede la convalida dell'arresto senza alcuna misura cautelare. Confermata la dinamica dell'assalto in via Maqueda grazie alle telecamere. Eseguita l'autopsia sul corpo di 37enne Matteo Tresa

Matteo Tresa, 37 anni

La Procura chiedere la scarcerazione dei due bengalesi arresti per l’omicidio del rapinatore ucciso in un minimarket di via Maqueda. Proseguono le indagini sulle morte del 37enne Matteo Tresa, il pregiudicato deceduto dopo una colluttazione avvenuta tra lui, un dipendente dell’attività e una terza persona. Si terrà domattina l’udienza davanti al gip che dovrà pronunciarsi sulla convalida dell’arresto ed eventualmente cambiare il capo d’accusa Humayun Kabir (44 anni) e Abdul Matin (40). Intanto restano i dubbi sulle cause del decesso: sono state le percosse o un infarto a provocare della morte?

La rapina

Sono le 2 della notte tra lunedì e martedì quando Tresa entra nel minimarket e minaccia l’impiegato per una rapina. In pochi secondi dentro il negozio scoppia un pandemonio. Il cassiere bengalese e un suo connazionale reagiscono all’irruzione e si scagliano sul 37enne riuscendo ad avere la meglio. “Kabir lo avrebbe immobilizzato a terra - ha ricostruito la poliza - tenendolo stretto per il torace e con la faccia rivolta a terra e il complice lo avrebbe percosso, continuando ad infierire. La vittima avrebbe tentato di resistere alla presa, scalciando fin quando non avrebbe più dato segni di vita”.

Tragedia nel market, polizia sequestra locale | VIDEO

Le indagini

A chiamare il 113 denunciando l’accaduto è stato lo stesso cassiere che ha atteso insieme all’altro bengalese l’intervento delle volanti. Appena entrati gli agenti avrebbero subito notato Tresa disteso sul pavimento e ormai esanime. I primi ad essere ascoltati nel cuore della notte sono stati i due cittadini del Bangladesh, il cui racconto è stato incrociato con quanto emerso dalle riprese di alcune telecamere di videosorveglianza. Al termine degli accertamenti della Scientifica il minimarket è stato messo sotto sequestro, mentre Kabir e Matin sono stati arrestati con l’accusa di omicidio e portati in carcere. Sotto sequestro anche il bastone impugnato dai due bengalesi per colpire il rapinatore.

omicidio market via maqueda 1-2

Scattano le manette

I bengalesi hanno sin da subito respinto ogni accusa sostenendo davanti al procuratore aggiunto Ennio Petrigni e al sostituto Giacomo Brandini di essersi difesi dal violento e improvviso attacco di Tresa. Quanto dichiarato durante gli interrogatori sarebbe stato confermato dalle immagini delle telecamere che mostrano una colluttazione durata qualche minuto. Per i magistrati potrebbe configurarsi quindi la legittima difesa, anche se ad ora non vengono contestati l’eccesso colposo né l’omicidio preterintenzionale. L’ultima richiesta da sottoporre al giudice prevede la convalida dell’arresto senza l'applicazione di alcuna misura cautelare.

Morto per le botte o per infarto?

La prima ispezione del cadavere da parte del medico legale la polizia aveva portato gli investigatori a credere che la vittima fosse un cittadino extracomunitario. Addosso non aveva alcun documento. Il corpo di Tresa, palermitano residente nella zona di Ballarò, è stato quindi portato all’Istituto di medicina legale per l’autopsia. I primi dati emersi dall’esame aprirebbero uno spiraglio all’ipotesi che il 37enne non sia morto a causa delle percosse ma per un infarto. Una circostanza che potrebbe indurre il gip a valutare l’accaduto secondo un’altra prospettiva. In caso di accoglimento della richiesta avanzata dalla Procura i due bengalesi torneranno subito in libertà.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (38)

  • Ma é normale che il minimarket alle ore 2:00 di notte sta ancora aspetto?

  • Mettiamoci in testa una buona volta che il vero nemico di tutte le società è la delinquenza in tutte le sue sfaccettature e connivenze che mettono in pericolo la sicurezza pubblica.

  • I bengalesi sono brava gente educata e gentile che se ne sta sulle sue. Se non la conosci non la vai a stuzzicare. Mi pare ovvio, no?

  • Avatar anonimo di Klauss
    Klauss

    totalmente in lineaa col pensiero dell utente Alessandro. Certi commenti sono davvero disgustosi. Se e' andata come descritto e' omicidio intenzionale e anche efferato...e come tale dovrebbe essere valutato

    • Mettila qualche virgola, è gratis.

  • Avatar anonimo di Mir
    Mir

    Non si uccide a bastonate per legittima difesa ,commenti da schifo ormai w gli extracomunitari ..palermitani Faccioli e piscialetti cm sempre...a se fosse stato al contrario ..già ci sarebbero manifestazioni contro razzismo e tutti i buffoni rinco....a  commentare la colpa è di salvini...un uomo muore a bastonate per una rapina che neppure si sa cm andata e se era una rapina..e tutti w i Bangladesh loro si che sono forti...inutile è un mondo di c.... poi qui in Italia abbondano e Palermo ne produce assai...complimenti a tutti tranquilli tra un po vi comanderanno gli africani cosi siete contenti e avrete più giustizia e più civiltà. ...bestieee

    • Avatar anonimo di angelo
      angelo

      Inanzitutto Io sono cun commerciante, tu vedi solo una parte della vicenda che è morto un Italiano. Io non lo vedo così, Io investo soldi per aprire in attività per lavoro onestamete per portare da mangiare alla mia famigia, e un delinquente viene da me per rubare il pane quotidiano per me e la mia famiglia, che non fa nulla nella vita viene con un coltello o una pistola. E io dovrei subire senza fare niente in silenzio? Lo dice nei giornali che è un pregiudicato se io denuncio vengono catturati questi delinquenti e rilasciati subito dopo, e ricominciano da capo. Non posso arrabiarmi non posso difendermi è questo che stai dicendo? non si sarebbe parlato se fosse stato veramente un magrebino, tanto si ammazzano tra stranieri che caz@@ cene frega a noi Italiani? Cambia la metalità, cerca di vedere oltre il colore della pelle. siamo tutti uguali di fronte a dio, la terra è una, siamo noi uomini che abbiamo dato confini tra di noi. 

  • Rispondo a Domy e Gianluca. Amici mi chiedo se vi siete mai trovati in queste situazioni e credo che nin Vi sia mai accaduto per fortuna una cosa del genere; qui non si tratta di uomo, delinquente, palermitano o extracomunitario che sia ma la natura stessa ha creato in tutti noi l'istinto della sopravvivenza e, per quest' ultimo, avviene l'istinto della sopraffazione per difendere se stessi. Che sia morto per infarto o per le percosse ricevuto si vedra ma a Palermo vige un vecchio adagio..CU VA A LIGNA A MALI BANNI NCUODDU SI PUOITTA ...tradotto CHI RACCOGLIE LA LEGNA IN POSTI VIETATI DEVE PORTARSELI A SPALLA. Ho detto.

  • Avatar anonimo di ilTafano
    ilTafano

    Occhio palermitani. I bengalesi non scherzano.

  • Ha provato a compiere una rapina era certo che trattandosi di cittadini bengalesi questi non avrebbero reagito e che sarebbe stata una passeggiata. Gli è andata malissimo sapeva quello che rischiava, non condanno i due bengalesi che hanno i soldi che erano in cassa. A tutti quelli che sputano sentenze buoniste dico sperate di non trovarvi mai vittime di una rapina vi assicuro che trovarsi un coltello puntato alla gola o ancora una pistola puntata contro non è una bella esperienza....

  • sentirvi parlare così mi disgusta perché la vita non ha prezzo che sia un rapinatore o che sia un onesto cittadino i due bengalesi potevano bloccarlo e darlo in mano a chi di competenza invece hanno preferito ammazzarlo e l'infarto e stato causato a mio parere dalle percosse quindi galera per i bengalesi e punto hanno tolto la vita ad un essere umano come loro che sia ladro o non... E voi palermitani che state scrivendo parlo per quelli che non collegano il cervello non avete un briciolo di umanità

    • Avatar anonimo di angelo
      angelo

      rifletti su una cosa che dici Tu, dici che poteva bloccare e chiamare le forze dell'ordine, metti caso lo portavano alla caserma facevano accertamenti e lo rilasciavano dopo quanto? qust'ultimo l'indomani o dopo qualche giorni sicuramente si presentava a fare una rapina con altri delinquenti di ballarò a rapinare di nuovo. Ma questa volta più inc*** perche avevano chiamato la polizia. o li riduceva fin di vita o si prendeva le loro vita. Come l'anno scorso è successo con fratelli rubino, uno di loro dopo uno scontro con un ragazzo di colore ha portato una pistola ed ha sparato in testa in pieno giorno In via Maqueda. 

    • si stiano a casa invece di andare a rompere i cog.... A chi cerca di sopravvivere.

    • E se fosse stato il contrario, avresti scritto le stesse cose? Oppure se fosse entrato nel negozio di un palermitano, minacciando di morte moglie e figli cosa facevi, lo guardavi in bocca?

  • Il confondere dalla prima analisi addirittura " l'etnia "... beh...

  • a parte il delinquente ma come viene ucciso un uomo rapinatore delinquente e i magistrati parlano di legittima difesa? e se ad uccidere è un italiano per difendersi finisce in carcere e deve pure riasarcire la famiglia del morto? la legge non è uguale per tutti

  • Fosse rimasto a casa sua quella notte invece di andare in casa altrui a minacciare nel tantativo di rubare sarebbe ancora vivo!

  • Questo non è un palermitano, è un criminale della peggiore specie, che non ha niente a che fare con i palermitani onesti.

    • Avatar anonimo di Tomas
      Tomas

      *** non dire più così è mio cugino non ha fatto una rapina è il giornale che spara cazzate quindi stai zitto *** non ti permettere più a dire così

      • Amico bello a sentire chi conosce tuo cugino stava rapinando per comprare la dose di veleno quotidiano che si iniettava giornalmente

      • Esatto! Se non vai a protestare subito diranno che sei un vigliacco! Ti sembra bello questo? Non è bello, nè manco giusto!

      • Cos'è una minaccia?

      • Perchè non vai a protestare subito in Questura?

      • Ah si, è il giornale? Glielo avranno comunicato in Questura.

  • Uno a zero

  • Sinceramente la cosa che piu' mi infastidisce in questa vicenda, sono le conseguenze che stanno avendo quei due ragazzi che hanno fatto cio' che chiunque avrebbe fatto...picchiare a morte chi cerca di rubarmi in casa ..o i n negozio che sia...lasciateli in pace e dategli anche il merito di aver fatto un po' di pulizia

    • Giustissimo.

  • se lo meritava

  • Avatar anonimo di Senzapaura
    Senzapaura

    Non sono di buona ottica per gli extracomunitari però, al palermitano definito vittima gli è toccato quel che meritava.

    • Avatar anonimo di Agata
      Agata

      Irritano   

    • L'anno bloccato non era il caso di ammazzarlo

      • Duemiladiciannove

        • Visto non esiste un articolo senza che nn ci sia vincent ma quanto sei simpatica

      • Hanno

        • Ah ah ah !!

    • Avatar anonimo di Batterol
      Batterol

      Povero Matteino, non era uno dei peggio, gli e finita proprio male, pace all'anima sua????

    • ..d'accordo!

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Cavallo scappa e finisce in autostrada: paura sulla A29, l'animale bloccato dalla polizia

  • Incidenti stradali

    Incidente nella notte alla Cala, auto contro palo della luce: due feriti

  • Cronaca

    Buonfornello, beccati con 240 chili di sigarette di contrabbando: arrestati padre e figlio

  • Politica

    Auto elettriche, bando del Comune per installare in città le colonnine di ricarica

I più letti della settimana

  • Rissa sfiorata tra Massimo Giletti e il sindaco di Mezzojuso: "Mi mette le mani addosso?"

  • Arrivata la sentenza, Palermo all'inferno: "Ultimo posto e retrocessione in C"

  • Il viaggio, il malore e il cuore che si ferma: Cinisi sotto choc per la morte di un'undicenne

  • Falsi incidenti per truffare le assicurazioni, scoperta altra banda: 16 arrestati e 25 indagati

  • Incidenti finti, lacrime vere: "Mattoni per rompermi il braccio, piangevo ma non si fermavano"

  • La banda dei falsi incidenti, i nomi delle 41 persone coinvolte

Torna su
PalermoToday è in caricamento