Omicidio nella notte: ucciso con un colpo di pistola in via Gaetano Costa

La vittima è Francesco Manzella, 34 anni, con piccoli precedenti penali. Il cadavere dell'uomo è stato trovato a bordo di una Polo Volkswagen sulla strada statale Palermo-Sciacca. Si indaga sul movente

Omicidio a Palermo. C’è un’auto sul ciglio della strada, con le luci ancora accese, davanti a un cancello. Da uno sportello aperto si scorge un piede. Dentro quella Volkswagen Polo un cadavere, quello del 34enne Francesco Manzella (foto allegata), ucciso con un colpo di pistola alla testa. Siamo in via Gaetano Costa, in zona Pagliarelli, all’imbocco del sovrappasso che riporta nella carreggiata in direzione centro città. Sul posto volanti di polizia, Scientifica, Squadra Mobile.

Ucciso in auto a due passi dal Pagliarelli | VIDEO

Manzella-Francesco-2A pochi giorni dal duplice omicidio allo Zen, dove hanno perso la vita Antonino e Giacomo Lupo, a Palermo si torna a sparare. Questa volta siamo nella strada che costeggia il primo tratto della Palermo-Sciacca. L'agguato è avvenuto la scorsa notte. L’auto sembra trovarsi in una posizione per cui si può ipotizzare che fosse in sosta. Il cadavere si trova sul sedile lato guidatore. 

Gli agenti della Scientifica si fanno luce con i fari installati sopra il loro mezzo di servizio, fino all’arrivo dei vigili del fuoco che azionano un gruppo elettrogeno. Osservano l’auto palmo a palmo, guardano più volte l’abitacolo e la carrozzeria. Con le torce illuminano per terra e cercano qualcosa. Vicino a loro i colleghi della Omicidi iniziano a fare le prime ipotesi, poi controllano se qualcuno fra i residenti delle poche villette circostanti ha sentito qualcosa.

Da dove è arrivato il killer? Si trovava in compagnia della vittima o gli ha teso un agguato? O Manzella è stato colpito da un’altra parte e ha guidato sin lì fino a quando non ce l’ha fatta più? Alle spalle il 34enne ha alcuni precedenti per rapina, furto e altri reati contro il patrimonio. Nel 2012 è stato arrestato in quanto considerato a capo di una banda di rapinatori violenti che ha colpito due volte nella zona di Bagheria.

Secondo quanto ricostruito dalla polizia la banda - in due diverse occasioni - avrebbe picchiato, imbavagliato e chiuso dentro lo sgabuzzino i padroni di casa per poi aprire la cassa forte e rubare tutto. Cinque anni prima, appena ventenne, è stato fermato dalla polizia dentro una banca a San Cipirello con 5 mila euro appena presi dalla casa. Un passato criminale in cui si potrebbe nascondere il movente di questo nuovo omicidio che si è consumato in città.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tragedia a Bellolampo: uomo ucciso da una cavalla durante il parto, grave il figlio

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

  • Incidente a Monreale, scontro frontale tra due auto sulla circonvallazione: un morto

  • Nuova tragedia in sala parto: neonata muore alla clinica Triolo Zancla

Torna su
PalermoToday è in caricamento