Omicidio di Pagliarelli, un sms sul cellulare per attirare Manzella nella trappola

Proseguono le indagini sulla tragica fine del 34enne, ucciso con un colpo di pistola in auto. Qualcuno lo avrebbe "spinto" verso via Gaetano Costa chiedendogli della droga. Sotto la lente i tabulati e le celle agganciate dal suo smartphone

La Scientifica durante i rilievi sull'auto di Manzella - foto Campolo

Qualcuno potrebbe avergli teso una trappola, inviandogli un messaggio sul cellulare per chiedere la consegna a domicilio di cocaina così da attirarlo lì dove voleva il killer. Proseguono le indagini sull’omicidio di Francesco Manzella, ucciso con un colpo di pistola alla testa mentre si trovava ancora dentro la sua Volkswagen Golf. L’auto e il cadavere sono stati trovati in zona Pagliarelli, più precisamente in via Gaetano Costa, la strada che costeggia la Palermo-Sciacca.

Omicidio nella notte: Francesco Manzella ucciso con un colpo di pistola alla testa in via Gaetano Costa
Ucciso in auto a due passi dal Pagliarelli | VIDEO

I primi indizi hanno portato la Squadra Mobile a scavare nel passato del 34enne che ha dei precedenti di polizia per furto e rapina. Le attenzioni degli investigatori, che hanno ascoltato i familiari di Manzella, si sono spostate sul mondo della droga. Le conferme sul fatto che spacciasse sarebbero arrivate anche dalla moglie: ormai aveva probabilmente capito cosa facesse suo marito, che usciva e rientrava a tutte le ore del giorno, e avrebbe anche trovato della "polvere bianca" in casa.

Dopo aver messo insieme i primi pezzi del puzzle gli inquirenti hanno deciso acquisire i tabulati di Manzella e le celle agganciate dal suo cellulare per ricostruire il percorso fatto dalla vittima al volante della Polo. Quei dati potranno servire per chiarire da chi sia arrivata la richiesta di droga e scoprire i nomi delle ultime persone che sono state in contatto con il 34enne. Una mossa che permetterà agli inquirenti di stringere il cerchio e avere una lista di potenziali indiziati.

Potrebbe interessarti

  • Meduse nelle coste palermitane e il falso mito della pipì: tutti i (veri) rimedi anti ustione

  • Magnesio, toccasana per la salute e non solo: perché i palermitani dovrebbero prenderlo

  • Abitare sostenibile, quando il cappotto termico a casa ti salva l'estate e il portafogli

  • Commercio a Palermo, nelle vie "in" affittare un negozio costa anche 165 mila euro l'anno

I più letti della settimana

  • Omicidio a Carini, uccide la compagna e si barrica dentro un negozio

  • "Questo è per lei", pacco sospetto consegnato in spiaggia alla moglie di un carabiniere

  • Incidente in via Leonardo da Vinci, 28enne in scooter investito dal tram

  • Fiamme in una casa di via Altarello, nell’incendio morto un anziano

  • Due dj, bar e duecento persone in pista: sequestrata discoteca abusiva a Mondello

  • San Cipirello, 41enne trovato morto sul marciapiede di fronte casa: ipotesi omicidio

Torna su
PalermoToday è in caricamento