Il mercato ortofrutticolo cambia vita, presentate ai grossisti le nuove regole

All'interno della struttura di via Montepellegrino sarà istituito un presidio fisso della polizia municipale. Tutte le novità sono state illustrate dall'avvocato Maria Grazia Leonardi: "Adesso chi sbaglia paga e non ci sarà nessuno che accetterà una condotta diversa"

Il nuovo regolamento sui mercati generali viene ufficialmente presentato ai grossisti dello "scaro". Ad illustrare i quarantasei articoli contenuti nella delibera approvata lo scorso aprile dal Consiglio Comunale è stato l'avvocato Maria Grazia Leonardi. Rispetto alle novità rese note dopo il via libera di Sala delle Lapidi, il Comune ha annunciato l'istituzione di un presidio fisso della polizia municipale all'interno della struttura di via Montepellegrino.

Nuove regole per "scaro" e mercato ittico: gestione al Comune, multe per chi non differenzia

Questa mattina c'erano anche il sindaco Leoluca Orlando, l'assessore al Suap Leopoldo Piampiano, la presidente di Confcommercio Patrizia Di Dio, il presidente dell'Associazione Grossisti Alberto Argano e il consigliere comunale Ottavio Zacco. L'iniziativa nasce su spinta di Ernesto Vassallo e dal compianto Giorgio La Scala, già presidente dell'associazione Commissionari e Grossisti del mercato ortofrutticolo scomparso lo scorso luglio. "Una svolta epocale che, dopo trent'anni, rappresenta il giusto tributo a chi questo mercato lo conosceva bene", afferma Alberto Argano, subentrato al timone dell'associazione dei grossisti palermitani dopo la morte di La Scala. 

Il regolamento dei mercati generali punto per punto

Servizio di facchinaggio e trasporto all'interno del mercato, accesso ai consumatori, sanzioni ai trasgressori sono le novità che si uniscono così al presidio fisso della polizia municipale. La gestione, l'organizzazione e il funzionamento del mercato ortofrutticolo e più in generale dell'agroalimentare all'ingrosso, dopo trent'anni, hanno regole certe e chi non le rispetterà sarà sanzionato. I provvedimenti disciplinari, che vanno dalla diffida sia verbale che scritta alla sospensione fino alla revoca, saranno deliberati dal direttore. Novità questa che, come sottolinea l'avvocato Leonardi "scrive il nuovo corso del mercato volto alla legalità. Adesso chi sbaglia paga e non ci sarà nessuno che accetterà una condotta diversa". 

Due ore al giorno, invece, per gli acquisti dei consumatori. Chi vorrà comprare agli stand dell'ortofrutticolo, infatti, avrà libero accesso al mercato per 180 minuti. I grossisti, ma anche i familiari e il personale dipendente, avranno una tessera numerata, con fotografia, in cui figureranno oltre ai dati personali, anche il titolo di ammissione al mercato e il periodo di validità. "In questo regolamento c'è un alto valore simbolico - afferma la Di Dio -. Questo è un esempio di svolta per Palermo". A farle da eco il sindaco. "Questa città sta cambiando, stiamo cambiando tutti insieme e questo è solo l'ennesimo passo di un cammino - dichiara Leoluca Orlando -. Per cambiare ci vuole del tempo ma il mercato ortofrutticolo, oggi, è il volto di questo cammino". 

Un'altra novità sarà il servizio di facchinaggio. Il trasporto all'interno del mercato, infatti, non solo sarà essere gestito direttamente dal gestore con mezzi e personale propri, ma da ora potrà essere dato in concessione o in appalto a facchini liberi esercenti che, però, dovranno essere iscritti al registro delle ditte artigiane e avere il certificato del Tulps (sulla pubblica sicurezza). Validità della licenza? Cinque anni per società o consorzi, uno invece per facchini singoli. A controllare il tutto, in ogni caso, sarà adesso un presidio fisso del corpo della Municipale, così com'era prima che venisse soppresso. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scene da far west ai Danisinni, sparatoria in strada: tre feriti, coinvolta una ragazza

  • "Battute sui siciliani": milanese cacciato da un b&b in centro

  • La mafia imponeva i suoi buttafuori nei locali notturni: scattano 11 arresti

  • Suicidio in carcere, detenuto palermitano di 20 anni si toglie la vita

  • I boss decidevano i buttafuori dei locali: ecco i nomi di tutti gli arrestati

  • Più di 7 milioni di euro di immobili all'asta, come aggiudicarsi le 36 case in viale del Fante

Torna su
PalermoToday è in caricamento