Nigeriano colpito con un cric, arrestato bagherese: "Discriminazione razziale"

La lite davanti alla gelateria Anni 20 dello scorso 31 agosto, ai domiciliari un pregiudicato di 25 anni. La Procura: "Persona pericolosa, ha offeso la vittima per il colore della sua pelle invitandola a tornare nel proprio Paese"

La gelateria Anni 20 in via Mattarella a Bagheria

Colpì un nigeriano con un cric. Per la Procura avrebbe agito per finalità dettate dalla discriminazione razziale: con questa accusa Giuseppe D'Amore, bagherese di 25 anni, è finito ai domiciliari. I fatti risalgono al 31 agosto quando D'Amore incontrò il nigeriano, Fredrick Omonzokpia, 30 anni, davanti alla gelateria Anni 20 "offendendolo a causa del colore della sua pelle e invitandolo a tornare al proprio Paese d'origine", spiegano dalla Procura.

Bagheria, nigeriano preso a colpi di cric

Tra i due è nata una violenta colluttazione alla quale ha assistito una folla di curiosi. Nel corso della lite sono intervenuti anche alcuni giovani per calmare gli animi. Il nigeriano ha scaraventato a terra uno di loro per poi darsi alla fuga. "A quel punto - dicono dalla Procura - D'Amore si è armato di cric, rincorrendo il trentenne, seguito da un nutrito gruppo di persone. Una volta raggiunto lo ha colpito al volto, procurandogli lesioni giudicate guaribili in 10 giorni".

Le indagini hanno preso avvio dopo le dichiarazioni di un amico di Omonzokpia che era sul posto. Lui stesso ha rivelato che Fredrick era stato insultato e provocato per motivi razziali. In seguito sia la vittima che altri testimoni hanno raccontato come sono andate le cose. Quindi la polizia ha acquisito i filmati estrapolati dai sistemi di videosorveglianza della zona. Ultimate le indagini la Procura della Repubblica di Termini ha chiesto e ottenuto l'arresto di D'Amore sottolineando la sua pericolosità: "Si tratta - si legge - di una persona già sottoposta per altri fatti ad altre misure cautelari".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scene da far west ai Danisinni, sparatoria in strada: tre feriti, coinvolta una ragazza

  • "Battute sui siciliani": milanese cacciato da un b&b in centro

  • La mafia imponeva i suoi buttafuori nei locali notturni: scattano 11 arresti

  • Più di 7 milioni di euro di immobili all'asta, come aggiudicarsi le 36 case in viale del Fante

  • Precipita da una balconata: grave giovane palermitano

  • I boss decidevano i buttafuori dei locali: ecco i nomi di tutti gli arrestati

Torna su
PalermoToday è in caricamento