Panico a Piano Battaglia, bufera di neve blocca cinquanta famiglie

Auto intrappolate per ore: necessario l'intervento dalla Protezione civile, del Soccorso alpino e della Forestale. Sempre chiuse le scuole a Petralia Soprana: "Circolazione, situazione complicata"

Scene di panico, tanta paura, poi il sospiro di sollievo. Una bufera di neve ha bloccato una cinquantina di famiglie a Piano Battaglia, che sono state costrette a restare bloccate in macchina per due ore. E' stato necessario l'intervento dalla Protezione civile, del Soccorso alpino e della Forestale. Le auto - molte delle quali erano senza catene - sono rimaste a lungo intrappolate nella neve. E una macchina - a causa del fondo stradale ghiacciato - è finita contro uno spalaneve. Alla fine i gitanti sono stati soccorsi tutti. 

Per tutta la giornata è proseguito il super lavoro delle squadre Anas per garantire la transitabilità della rete stradale e autostradale, come previsto dal piano neve concordato con le Prefetture, le forze dell’ordine e gli enti locali. Sempre delicata la situazione nelle alte Madonie. L'Anas ha diffuso l'elenco delle strade palermitane sulle quali si possono registrare rallentamenti a causa della neve o del fondo stradale ghiacciato. Tra queste c'è la A19 Palermo-Catania, la statale 118 Corleonese-Agrigentina, 120 delle Madonie, 121 Catanese, 188 Centro occidentale Sicula, la 285 di Caccamo, 286 di Castelbuono, e infine la scorrimento veloce 624 Palermo-Sciacca.

Intanto la neve non dà tregua e anche oggi a Petralia Soprana le scuole sono rimaste chiuse. Ancora una volta il sindaco Pietro Macaluso, considerata la situazione di precarietà riguardo alla circolazione e non solo, ha firmato l’ordinanza di chiusura delle scuole per evitare ogni possibile disagio e soprattutto ogni possibile pericolo per l’incolumità  pubblica.

SALVATO UN DAINO - Anche in questo fine settimana uomini e mezzi del Corpo Forestale della Regione Siciliana, della Guardia di Finanza, dei Carabinieri, della Protezione Civile Metropolitana e dei Comuni del comprensorio sono stati impegnati in attività di controllo e soccorso nelle Madonie. Nonostante le nevicate e le temperature rigide, non sono stati segnalati disagi. Il monitoraggio continuo del territorio, la percorribilità delle strade sia pure con l'obbligo delle catene, la bassa affluenza di turisti e gitanti hanno consentito di tenere agevolmente sotto controllo la situazione. Il Gatto delle Nevi della Protezione Civile Metropolitana, in serata, è intervenuto per breve tempo a Piano Zucchi dove ha aperto la strada ad alcune autovetture bloccate. Nel pomeriggio di sabato, invece, la segnalazione telefonica di un cittadino, pervenuta al Centro Operativo del Corpo Forestale di Palermo, e il tempestivo intervento di una pattuglia del Soccorso Montano Forestale hanno salvato un daino rimasto intrappolato sulla neve in località Portella Colla, agro di Polizzi Generosa; l'animale, che ha riportato lievi ferite, è stato ricoverato dagli agenti forestali al Centro di Recupero degli Animali Selvatici di Ficuzza, dove ha ricevuto immediate cure. Il Piano di Emergenza predisposto dalla Protezione Civile della Città Metropolitana di Palermo ha funzionato bene, anche per questo giovane esemplare di erbivoro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

  • Finanzieri in una palestra di Cefalù, sequestrate attrezzature per il fitness: "Erano contraffatte"

Torna su
PalermoToday è in caricamento