menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Auto bloccata nel traffico e neonata in crisi respiratoria, intervento dei carabinieri

L'arrivo di due motociclette del Nucleo radiomobile è stato fondamentale per il trasporto della piccola all'Ospedale dei Bambini. La famiglia ha voluto ringraziare i militari con una lettera

Un’auto bloccata nel traffico, una corsa contro il tempo e il provvidenziale intervento dei carabinieri. E’ accaduto ieri pomeriggio a piazza Indipendenza, dove una pattuglia del Nucleo radiomobile in motocicletta ha notato il conducente di un’auto mentre cercava di farsi largo suonando insistentemente il clacson e sventolando un fazzoletto bianco. All’interno una famiglia che stava trasportando una neonata in crisi respiratoria all’Ospedale dei Bambini.

Quando i carabinieri hanno capito cosa stesse accadendo, hanno tentato di aprire la strada all’auto con le loro motociclette, accompagnando nonni e giovane madre presso il pronto soccorso. "Grazie all’arrivo dei carabinieri - spiegano dal Comando - che hanno atteso che alla piccola fossero praticate le cure necessarie e che il suo stato di salute si stabilizzasse, si è evitato che il tutto finisse in tragedia". La famiglia, in segno di gratitudine, ha voluto ringraziare con una lettera i due militari e l’Arma per il coraggio e l’umanità dimostrata.

Potrebbe interessarti

Commenti (1)

  • Grandi carabinieri!

Più letti della settimana

  • Cronaca

    Sposo colpito in pieno volto dal drone, il matrimonio finisce in ospedale

  • Incidenti stradali

    Gli amici piangono Alessandro Nasta: più di mille per i suoi funerali

  • Cronaca

    Vagava chiamando "mamma", bimbo di 3 anni trovato nella notte in corso Amedeo

  • Economia

    Ikea a Palermo, stavolta ci siamo: "Impossibile rinunciare..."

Torna su