Lo chef che si è ribellato al pizzo Giunta: "E' un cancro da estirpare"

Il cuoco palermitano racconta come ha avuto il coraggio di dire di no al racket. "La cosa più bella i messaggi della gente comune"

Natale Giunta

La prova coraggiosa del cuoco. Lo chef Natale Giunta, portato al successo dalla trasmissione "La Prova del cuoco", ha avuto il coraggio di dire no al racket e denunciare i suoi aguzzini ai carabinieri. (GUARDA IL VIDEO DELLE INTIMIDAZIONI). E così ieri mattina i militari hanno arrestato quattro persone. (GUARDA LE FOTO)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nella sua battaglia per difendere il suo prestigioso ristorante a due passi dal porticciolo della Cala, ha avuto vicino la famiglia, le associazioni antiracket, Confindustria e tanti concittadini. “La cosa più bella e che non immaginavo sono i messaggi della gente comune – ha detto lo chef palermitano – e questo significa che qualcosa è cambiato”. GUARDA L’INTERVISTA COMPLETA.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Moggi: "Padre Pio è apparso in sogno a una signora di Palermo e ha fatto una profezia su di me"

  • Va in ospedale per sospetta congiuntivite, due giorni dopo 30enne trovato morto in casa

  • Coronavirus, in Sicilia sospeso l'avvio della stagione balneare

  • Un cerotto contro il Covid-19: il vaccino scoperto dagli scienziati Usa gemellati con Palermo

  • Coronavirus, positivo anche primario dell’ospedale Villa Sofia: è ricoverato al Cervello

  • Coronavirus, in Sicilia 68 nuovi contagiati: i morti superano quota 100

Torna su
PalermoToday è in caricamento