Palco con svastiche a Capaci, residenti chiamano la Digos ma è la scenografia di un musical

Pensavano si potesse trattare di apologia al nazifascismo. Dopo aver ricevuto diverse segnalazioni la Questura è intervenuta e, una volta accertato l'equivoco, lo spettacolo è andato in scena. Il sindaco Puccio: "Apprezzabile la sensibilità di chi ha pensato bene di allertare le forze dell'ordine"

A Capaci spunta un palco con svastiche e la faccia di Adolf Hitler e i residenti chiamani la Digos. Sembrava il preludio per un comizio elettorale, era invece la scenografia di uno spettacolo, organizzato dall'associazione Arabesque. Ad accertarlo gli uomini della Digos che hanno dato il via libera alla rappresentazione del musical sulla Shoah "Mai più num3r1".

"Bisogna apprezzare - commenta il sindaco Pietro Puccio - la sensibilità civica di chi, temendo che si potesse trattare di apologia al nazifascismo, ha pensato bene di fare una segnalazione alla Questura. Molto apprezzabile anche la tempestività con la quale la Questura ha deciso di inviare alcuni funzionari della Digos, per una opportuna verifica preventiva. Altrettanto apprezzabile, infine, la celerità con la quale i funzionari della Digos, una volta accertato lo spirito culturale e non politico dell'iniziativa, hanno dato il via libera alla rappresentazione del musical che è stato molto seguito e molto apprezzato dal numeroso e caloroso pubblico accorso, che ha assistito certamente ad una delle serate più belle e più emozionanti del ricco cartellone estivo".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

  • Finanzieri in una palestra di Cefalù, sequestrate attrezzature per il fitness: "Erano contraffatte"

Torna su
PalermoToday è in caricamento