Il museo Salinas chiama a raccolta gli artisti e apre le porte a nuovi progetti

Le proposte saranno valutate ogni sei mesi da un gruppo di esperti. La direttrice Francesca Spatafora: ”Abbiamo cercato in tutti i modi di promuovere il rapporto con il territorio”

Un percorso partecipativo aperto per riempire di progetti uno spazio che nasce già con la certezza di essere pieno, vivo, vegeto, aperto al confronto. Stamattina al Salinas Culture Hub, creato pochi mesi fa al museo archeologico Salinas, è stato presentato il nuovo progetto che vede insieme il museo e CoopCulture, che cura servizi di accoglienza del museo archeologico: riempire di contenuti l’ambiente innovativo, di ultima generazione, che è stato aperto pochi mesi fa e in pochissimo tempo è diventato uno dei punti di incontro di Palermo. E dunque avviare un percorso partecipativo aperto alla città e agli operatori che vogliano costruire qualcosa insieme. Perché tutto nasce dalla messa in rete delle realtà del territorio; che lavorino insieme ad un calendario condiviso, in maniera tale da non sovrapporsi tra loro.

I progetti e le proposte saranno valutate, ogni sei mesi da un gruppo di esperti di cui fanno parte – oltre a CoopCulture e alla direzione del museo - il compositore Marco Betta, il giornalista Davide Camarrone, il presidente di Eccom Cristina Da Milano, il critico d’arte Helga Marsala e il direttore del Centro di Cinematografia Ivan Scinardo.

”Abbiamo cercato in tutti i modi di promuovere il rapporto con il territorio”, spiega la direttrice del Salinas, Francesca Spatafora, mentre per il direttore di CoopCulture, Letizia Casuccio, “abbiamo interrato un seme importante: lavorare insieme per la città del futuro”.

E stamattina circa un centinaio di operatori sono accorsi al Salinas per scoprire come partecipare. I progetti – alcuni sono già sul tavolo - possono riguardare arte; arti di strada; cibo; cinema; danza; formazione e mediazione; fotografia; lettura scrittura; musica; teatro. Saranno privilegiate proposte legate a storia e memoria, dialogo interculturale; integrazione e legalità. Gli eventi – pensati per massimo 150 partecipanti – si svolgeranno negli spazi del museo Salinas. CoopCulture coprirà i costi per comunicazione, accoglienza, service e Siae.

Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Caricamento in corso...
Caricamento dello spot...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scomparso da oltre un giorno, 29enne trovato morto sotto il ponte di via Oreto

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Incidente alla Favorita, auto si schianta contro un albero: un morto e una ferita grave

  • Una vita dietro la consolle, poi lo schianto in Favorita: "Antonio, rimarrai il mio miglior dj"

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

Torna su
PalermoToday è in caricamento