Muore e i suoi organi salvano tre pazienti a Palermo

Eseguito all’ospedale Sant’Antonio Abate di Trapani un nuovo prelievo di organi per trapianto. Il donatore è un uomo di 76 anni, deceduto nel reparto di Rianimazione

Muore e i suoi organi salvano tre pazienti palermitani. Eseguito ieri mattina, all’ospedale Sant’Antonio Abate di Trapani un nuovo prelievo di organi per trapianto. Il donatore è un uomo di 76 anni, deceduto nel reparto di Rianimazione. Il paziente (D.G. le iniziali) è morto a seguito di un grave trauma cranico e la commissione istituita ad hoc dal direttore di presidio Maria Concetta Martorana ne ha accertato la morte cerebrale. L’intervento di prelievo di fegato e reni è stato effettuato dell’equipe dell’Ismett di Palermo. Gli organi sono stati immediatamente trapiantati su tre pazienti che erano in lista d’attesa a Palermo. Un'attività che nasce dalla collaborazione tra il coordinamento Trapianti dell’Asp trapanese e l’Ismett del capoluogo.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Poliziotto della questura di Palermo si suicida lanciandosi da un viadotto

  • Incidente stradale, morta a 42 anni ginecologa palermitana

  • Pestato durante una lite con la moglie, 41enne muore al Civico

  • Ferragosto tragico: si tuffa in mare e muore annegato ad Aspra

  • "Addio Lando": è morto il proprietario del Break

  • Papireto, tenta suicidio ma si schianta al piano di sotto: ferita una donna

Torna su
PalermoToday è in caricamento