Anziano morto dopo essere stato spinto, condannato ambulante

I fatti risalgono al 2014. Gioacchino Aversa, 63 anni, si avvicinò alla bancarella dell'uomo per acquistare degli auricolari per il telefono cellulare. La contrattazione sul prezzo è ben presto degenerata

Foto archivio

Otto anni di carcere: è la pena decisa dal gup Ettorina Contino per il senegalese Miah Rubel che durante una discussione animata scaraventò a terra Gioacchino Aversa, poi morto in ospedale per una complicazione.

I fatti risalgono al 25 aprile 2014. Aversa, 63 anni, si avvicinò alla bancarella di Rubel in corso Tukory per acquistare degli auricolari per il telefono cellulare. La contrattazione sul prezzo provocò uno scambio di insulti. All'improvviso il venditore diede una spinta al cliente che, cadendo sul marciapiedi, riportò la frattura di un femore. Dieci giorni dopo l'uomo morì a causa di un embolo. Una perizia ha accertato un nesso di casualità tra l'aggressione e la morte.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    San Lorenzo, corriere assalito alle spalle e rapinato: bottino di mille euro

  • Economia

    "Passante, la Sis licenzia 261 lavoratori e il cantiere chiude"

  • Cronaca

    Capo, carabinieri entrano in un b&b e trovano ladro: arrestato

  • Cronaca

    Cassaro diventa libreria, Favorita chiusa e sfilata dei medici: il weekend caldo del traffico

I più letti della settimana

  • Suicidio in via XII Gennaio, 31enne si lancia giù da un b&b e muore

  • Disneyland a Termini Imerese, l'assessore conferma: "Vertice tra pochi giorni"

  • Viale Campania, giovane cade dal sesto piano e muore

  • Palermo-Agrigento, donna trovata morta in strada

  • Incidente sul lavoro nell'Agrigentino: morto operaio bagherese di 25 anni

  • Ancora disagi per i passeggeri Ryanair, sei ore di ritardo per il volo Palermo-Roma

Torna su
PalermoToday è in caricamento