Anziano morto dopo essere stato spinto, ambulante assolto in appello

L'episodio risale al 2014. Gioacchino Aversa, 63 anni, si era avvicinato alla bancarella dell'uomo in corso Tukory per acquistare degli auricolari per il telefono cellulare. La contrattazione sul prezzo è degenerata e il cliente è stato spinto a terra

La corte d'assise d'appello ha assolto "perché il fatto non sussiste" il bengalese Miah Rubel. L'uomo era stato condannato a otto anni per la morte di Gioacchino Aversa, 63 anni, con il quale aveva avuto una discussione. L'extracomunitario aveva spinto per terra Aversa, poi morto  in ospedale per una complicazione.

I fatti risalgono al 25 aprile 2014. Aversa si avvicinò alla bancarella di Rubel in corso Tukory per acquistare degli auricolari per il telefono cellulare. La contrattazione sul prezzo portò a uno scambio di insulti. Il venditore diede una spinta al cliente che, cadendo sul marciapiedi, riportò la frattura di un femore. Dieci giorni dopo l'uomo morì a causa di un embolo.

In primo grado il venditore ambulante era stato condannato a otto anni per omicidio preterintenzionale aggravato dai futili motivi. La difesa di Rubel ha però dimostrato che la caduta non fu connessa alla morte. Da qui la sentenza dei giudici d'appello.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • C'è poco da fare, gli amici del primo cittadino sono intoccabili!

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Lutto nel mondo della cultura: è morto lo scrittore e giornalista Giuseppe Quatriglio

  • Incidenti stradali

    Incidente a Brancaccio, scontro tra auto in via Ducrot: 6 feriti, coinvolti anche due bambini

  • mobilità

    Bike sharing BiciPa, cambiano le tariffe: gratis la prima mezz'ora di utilizzo

  • Cronaca

    Parco Favorita, al via le domeniche di festa: musica, calcio, bus gratis, bambini e picnic

I più letti della settimana

  • Le due ruote, il Palermo, la famiglia, l'ultima curva: "Ciao Salvo, ci mancherai"

  • Incidente in Favorita, con la moto fuori strada: morto un poliziotto

  • Cavallo imbizzarrito, paura tra Politeama e Massimo: due auto danneggiate

  • "O niesci a droga o ni runi i picciuli": calci e bastonate, arrestati due fratelli dello Zen

  • "Lotta" al forte mal di testa, i medici palermitani: "Occhio al caffè"

  • Maxi tamponento in viale Regione, coinvolte 5 auto di tifosi albanesi

Torna su
PalermoToday è in caricamento