Teatro Massimo, lutto nel mondo della musica: morto l'ex sovrintendente Desderi

Nato ad Alessandria nel '43, il baritono piemontese fu in carica dall'agosto 2002 al dicembre 2003. Saranno dedicate a lui le recite di Don Pasquale, in programma dal 6 al 13 luglio. Orlando e Giambrone: "Ha lasciato testimonianze memorabili"

Claudio Desderi - ©Conservatorio di Musica "Antonio Buzzolla" di Adria

Il Teatro Massimo “piange” per la scomparsa di un suo ex sovrintendente. Il presidente Leoluca Orlando, il sovrintendente Francesco Giambrone, il Consiglio d’indirizzo e tutti i dipendenti della Fondazione Teatro Massimo partecipano al lutto per la morte di Claudio Desderi, in carica dall’agosto 2002 fino a dicembre 2003. Alla memoria di Claudio Desderi il Teatro Massimo dedica le recite - in programma dal 6 al 13 luglio - di Don Pasquale, opera alla quale è legato il nome del baritono piemontese.

Il presidente Orlando e Giambrone esprimono il loro cordoglio per la sua scomparsa, ricordando affettuosamente “lo straordinario artista, il fine musicista che ha segnato la storia dell’interpretazione lasciando testimonianze memorabili in alcuni ruoli, molti dei quali interpretati anche a Palermo, il didatta apprezzato in tutto il mondo, l’artista che ha saputo mettersi in gioco anche nella gestione delle istituzioni culturali negli anni in cui ha diretto il nostro Teatro”.

Claudio Desderi aveva debuttato al Teatro Massimo nel 1972 nella prima rappresentazione palermitana di Filomela e l’infatuato di Malipiero. Per le stagioni del Teatro Massimo era poi tornato a cantare in titoli quali Don Giovanni, La figlia del reggimento, La carriera di un libertino (prima rappresentazione a Palermo), Falstaff, La Cenerentola. Al Teatro Massimo è stato attivo anche come direttore d’orchestra, dirigendovi Il barbiere di Siviglia nel 2003.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Il racconto di un palermitano: "Ero con Fabrizio Corona, ecco come ci hanno aggredito nel bosco della droga"

  • Cronaca

    Neonata trovata morta nella culla, lacrime e disperazione alla Guadagna

  • Cronaca

    "Aiutatemi, ha ingerito qualcosa da terra" ma è hashish: bimba di 3 anni ricoverata

  • Mafia

    Pizzo, "legnate" agli incorruttibili e mazzette: così i boss gestivano l'ippodromo

I più letti della settimana

  • "Le chiamate arancine? Non vendetele", Antica Focacceria stoppata a Catania

  • Incidente a Verona, con la moto contro un Suv: muore palermitano di 23 anni

  • "Ma qua volete stare gratis? Smontate tutto": quando la mafia fa chiudere i ristoranti

  • Una mattinata di ordinaria follia: ruba auto a una donna, poi fugge e si schianta alla Noce

  • Si ribella al pizzo, filma il suo estorsore con una telecamera nascosta e lo fa arrestare

  • "Lo dobbiamo 'struppiare' al palermitano? Ci tiriamo 4 'scopettate' nella macchina..."

Torna su
PalermoToday è in caricamento