Donna muore, i suoi organi salvano tre pazienti a Palermo

La donatrice è una 79enne alla quale sono stati prelevati fegato e reni, successivamente trapiantati a tre pazienti ricoverati all'Istituto mediterraneo per trapianti e terapie di Palermo

Muore una donna, vengono salvati tre pazienti ricoverati a Palermo. Un prelievo multiorgano è stato eseguito nella notte al presidio ospedaliero Sant'Antonio Abate di Trapani. La donatrice è una donna di 79 anni, alla quale sono stati prelevati fegato e reni, successivamente trapiantati, sempre in nottata, a tre pazienti ricoverati all'Istituto mediterraneo per trapianti e terapie di Palermo.

L'intervento di prelievo è stato condotto da un'equipe mista di chirurghi dell'Ismett, anestesisti dell'Uoc Anestesia e Rianimazione di Trapani, coordinati dal Direttore dell'Unità e Coordinatore Asp per i Trapianti, Antonio Cacciapuoti, e operatori di Neurologia, dopo che sono state ultimate tutte le fasi di accertamento di morte ed è stata verificata l'idoneità delle condizioni cliniche per la donazione.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (3)

  • Ma non è un'età troppo avanzata per il logorio degli organi? Ma poi quale sarebbe stata la causa del decesso?

    • Bisogna valutare caso per caso.

  • Gioia e dolore...

Notizie di oggi

  • Cronaca

    La loggia segreta di Castelvetrano, lo sfogo che incastra Cascio: "Quello mi dice il discorso"

  • Cronaca

    Bellolampo, rimane col braccio incastrato nel nastro trasportatore: operaio si frattura il polso

  • Politica

    Rifiuti, proposta dell'Anci: "Tari nella bolletta della luce per evitare il dissesto dei Comuni"

  • Cronaca

    In diecimila in piazza per ricordare le vittime di mafia: "Uniti si vince"

I più letti della settimana

  • Incidente mortale in via Roma, con l'auto uccide pedone e poi scappa

  • Omicidio nella notte: ucciso con un colpo di pistola in via Gaetano Costa

  • Gli omicidi dello Zen, un giovane si costituisce: "Sono stato io a sparare"

  • Il killer che parla, i 12 spari al tramonto e il silenzio dello Zen: "Una lite dietro l'omicidio"

  • Le salme di Tonino e Giacomo Lupo tornano allo Zen, il reo confesso: "Mi sono difeso"

  • Scoperta loggia segreta che condizionava la politica: 27 arresti, c'è Francesco Cascio

Torna su
PalermoToday è in caricamento