Monreale, "Il mio capo mi molesta": dipendente comunale a processo

Le avrebbe fatto il “piedino”, poi avrebbe anche allungato le mani toccandole prima il sedere e poi il seno. L'ex responsabile della delegazione municipale di Pioppo dovrà rispondere del reato di violenza sessuale. La prossima udienza si celebrerà il 16 maggio

Avrebbe iniziato facendole il “piedino”, poi avrebbe anche allungato le mani toccando le prima il sedere e poi il seno. Il giudice Nicola Aiello ha rinviato a giudizio per violenza sessuale Giovanni La Corte, 59enne nato a Monreale e all'epoca dei fatti responsabile della delegazione municipale di Pioppo. La prossima udienza si celebrerà il 16 maggio presso la seconda sezione penale in composizione collegiale.

A denunciarlo per le "avances" e dare il via alle indagini è stata una sua dipendente di quarant’anni, F.T., che non avrebbe più retto il clima che si respirava sul posto di lavoro. La goccia che ha fatto traboccare il vaso è arrivata quando la donna lo avrebbe visto al computer mentre navigava su alcuni siti porno mettendosi le mani nelle parti intime.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Non vi erano altri dipendenti?

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Militante di Forza Nuova pestato, perquisizioni nella notte: attivisti in Questura

  • Politica

    Pestaggio Ursino, Rifondazione: "Prendiamo le distanze, ma 'no' al comizio di Fiore"

  • Cronaca

    "Ha una gastrite", donna muore d'infarto dopo essere stata dimessa dal pronto soccorso

  • Cronaca

    Aperto nuovo parcheggio alla stazione centrale: offre 33 posti auto

I più letti della settimana

  • Via Dante, militante di Forza Nuova legato e pestato in strada

  • Trappeto, facevano prostituire la figlia di 9 anni: arrestati i genitori e due pedofili

  • Vendevano la figlia ai pedofili, il racconto shock: "Non mi piaceva fare quelle cose"

  • Elezioni, come si vota il 4 marzo con la nuova scheda elettorale

  • L'assalto al bar Massaro, il titolare: "Perché un'azione tanto eclatante? Era solo una rapina?"

  • Vince un milione ma non lo riscuote, Sisal: "Il tempo sta per scadere"

Torna su
PalermoToday è in caricamento