Cabine a Mondello, l'assessore al M5S: "Nessuna retromarcia"

Dopo l'attacco dei "grillini" a Orlando, temendo potesse "rimangiarsi la parola data venti giorni prima", è intervenuto Gini. "Il sindaco ha confermato alla Regione la richiesta di esame di urgenza per l'applicazione delle norme del Pudm"

L'assessore comunale Giuseppe Gini

Niente marcia indietro del Comune sul tema delle cabine a Mondello. Parola di Giuseppe Gini. A pochi giorni dalla stoccata dei "grillini" fatta all'indirizzo dell'Amministrazione è intervenuto l'assessore alla Pianificazione urbana e territoriale, il quale ha ribadito l'esistenza di una "nota del sindaco Orlando che ha confermato alla Regione, dalla quale dipendono le concessioni, la richiesta di esame di urgenza per l'applicazione delle norme del Pudm". Il riferimento va alle clausole di salvaguardia previste dal Piano di utilizzo del demanio marittimo sul tema delle concessioni.

In un comunicato congiunto, i deputati nazionali del M5S Claudia Mannino e Riccardo Nuti, nonché il presidente della commissione Ambiente e territorio all'Ars Giampiero Trizzino, avevano lanciato un avvertimento al primo cittadino palermitano: "Il sindaco non si rimangi quanto ha detto appena venti giorni fa. Esiste una registrazione". Ma sembrerebbe che Orlando non avesse alcuna intenzione di cambiare idea circa l'applicazione delle misure di salvaguardia. All'appello lanciato dai "pentastellati" sull'applicazione del "piano della costa" il sindaco avrebbe risposto "presente".

"E' anche chiaro sottolineare - aggiunge l'assessore Gini - che lo stesso sindaco Orlando ha denunciato formalmente alla Commissione europea l'illegittimità della proroga al 2020 delle concessioni del demanio marittimo per infrazione delle direttive europee". Il deputato Nuti, nella nota di ieri, ha però affondato ulteriormente il colpo: "E' vergognoso che a Mondello non esista una seria raccolta differenziata, che aiuole e strade siano invase dalle erbacce con un degrado inaccettabile, e che vi siano parcheggiatori abusivi quasi ad ogni incrocio, senza l'intervento costante della polizia municipale".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • Tragedia a Bellolampo: uomo ucciso da una cavalla durante il parto, grave il figlio

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

Torna su
PalermoToday è in caricamento