C'è un guasto alla cabina elettrica e Mondello resta al buio: spenti 420 punti luce

Si è rotto l’interruttore di media tensione. L'Amg: "Il danno è ingente e il macchinario guasto è ormai datato, non facilmente reperibile. Si stanno vagliando soluzioni alternative e tampone per evitare disagi ai residenti"

Via Principessa Jolanda al buio - foto archivio

Mondello al buio da ieri sera per un guasto alla cabina elettrica che alimenta una vasta zona della borgata marinara. "Si è rotto - spiegano dall'Amg - l’interruttore di media tensione (di tipo VOR tripolare) della cabina, interrompendo il funzionamento dei circuiti collegati. Per il momento rimangono spenti all’incirca 420 punti luce. I tecnici sono al lavoro".

La zona interessata è quella che abbraccia Valdesi e Mondello, compresa tra via Anadiomene, viale Galatea, viale Regina Elena. Nel dettaglio rimangono prive di illuminazione pubblica le seguenti viabilità: via Anadiomene, viale Armida (tratto Galatea-Rose), via Calpurnio (Mongibello-oltre via Pindaro), via Giuseppe Catinella, viale Cavarretta, via Ciane, viale del Ciclope, via Circe, via Cloe, via Vincenzo Collotti (Nettuno-Adone), via Dafne, via Diana, viale Egle, via Elpide, viale dei Fiori, viale Galatea, via Glauco,  via del Glicine, via Maia, via Mattei (primi tre punti luce dopo via Saline), via Mercurio, via Mondello (Elpide-Stesicoro), via Mongibello, via Nesea, via Nettuno, via Palinuro, via Pindaro, viale Principe di Scalea (Mondello-Rose), viale Regina Elena (Rose-Teti), viale Regina Elena (passeggiata), via Rosciglione (Nettuno-Catinella), via Saline (Galatea-Giunone), via Stesicoro, via Teti, via Tolomea (Mondello-Niso), via Torre Pilo (Mercurio-Tolomea), via Tuberosa, via Zeusi D'Eraclea.

Amg spiega che "dopo l’attività fatta in emergenza la sera del 26, oggi i tecnici hanno verificato il macchinario guasto ed effettuato un tentativo di riparazione, che ripeteranno nei prossimi giorni". L’amministratore unico Mario Butera ha subito informato del problema l’assessore alla Rigenerazione Urbana, Emilio Arcuri. “Ci siamo attivati immediatamente e stiamo lavorando in sinergia per arrivare nel più breve tempo possibile a una soluzione – spiega Butera -. Il danno è ingente e il macchinario guasto è ormai datato, non facilmente reperibile”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La zona interessata dal guasto è quella in cui si è avviato l’ultimo cantiere finanziato con fondi Fas per la realizzazione di nuovi impianti di illuminazione, in sostituzione di quelli arrivati a fine vita utile (impianti che, come quelli di Mondello, sono in funzione da più di 50 anni), in varie zone della città. Quest’ultimo progetto prevede l’ammodernamento di circa 1.150 punti luce con lampade ad alta efficienza e a risparmio energetico nella zona compresa tra Partanna e Mondello. Se la riparazione dovesse dare esito negativo, "in sinergia con l’Amministrazione comunale si stanno vagliando soluzioni alternative e tampone per evitare disagi ai residenti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, prima vittima a Palermo: 55enne muore all'ospedale Civico

  • Virus, sui social si pianifica l'assalto ai supermercati: in campo polizia e carabinieri

  • Coronavirus, positivo anche primario dell’ospedale Villa Sofia: è ricoverato al Cervello

  • Sesso a 3 in strada davanti ai vigili: "Così passiamo la quarantena", denunciata giovane palermitana

  • Coronavirus, come ordinare da mangiare a domicilio: la lista delle attività a Palermo e provincia

  • Controlli sui prezzi di frutta e verdura, rincari anche del 100% di finocchi e fagiolini

Torna su
PalermoToday è in caricamento