“Non ti pago, anzi vado alla polizia”, una giovane denuncia il posteggiatore abusivo

L'episodio è accaduto a Mondello. La minaccia: "Meglio che non torni a prendere la macchina, non sai cosa ti può succedere". L'automobilista si è diretta al commissariato. Arrestati e subito rilasciati due incensurati. Ma la ragazza confessa: "Ora ho paura"

Via Iris

Un copione andato in scena tante, troppe, volte a Palermo. Stavolta però con un finale diverso. Una ragazza posteggia l’auto, riceve la “classica” richiesta di denaro da parte del posteggiatore abusivo ma si rifiuta di pagarlo. Scattano le minacce, ma lei non si piega. Va al più vicino commissariato e denuncia il fatto alla polizia. Che blocca il parcheggiatore e il suo “compare” chiamato in aiuto per minacciare la giovane.

A raccontare l’episodio alla redazione di PalermoToday è proprio la giovane protagonista. Che preferisce mantenere l’anonimato. Ragion per cui la chiameremo Ambra, un nome di fantasia. Sono circa le 16 di ieri pomeriggio quando Ambra arriva a Mondello per passare un paio di ore al mare col suo ragazzo, che vive al nord ed è a Palermo in vacanza. La giovane riesce nell’impresa di trovar subito parcheggio in via Iris, a due passi dal commissariato di polizia.

“Mentre stavo per fare manovra – racconta Ambra – si è subito avvicinato un uomo che a suo modo mi avrebbe aiutato a posteggiare. Nonostante io non gli avessi chiesto nulla. Non appena siamo scesi dall’auto è arrivata subito la richiesta di denaro. ‘Scusi, mi può pagare prima?’. Io però ho risposto che non avevo intenzione di pagare e col mio ragazzo mi sono diretta verso la spiaggia”. Ma il posteggiatore non ha accettato il rifiuto. E puntuali sono arrivate le minacce.

“L’uomo – continua la giovane – ha iniziato ad innervosirsi. ’Meglio che non torni a riprendere la macchina, se torni non sai quello che ti può succedere’, mi ha urlato. A quel punto gli ho detto che se avesse continuato mi sarei rivolta alla polizia”. Ma il posteggiatore non è sembrato per nulla intimidito, anzi. “Prima ha chiamato un altro parcheggiatore, poi tutti e due mi hanno detto: ‘vieni qua, la chiamiamo insieme’. Accanto a me il mio ragazzo assisteva alla scena sconvolto”.

Come “promesso” Ambra cambia direzione. Niente telo sulla sabbia e bagno al mare. Ma decide di andare in commissariato per denunciare l’odioso sopruso subito. Immediatamente parte la volante che individua e blocca i due. Si tratta di due palermitani, di 36 e 28 anni, incensurati. Che saranno indagati in stato di libertà, entrambi per minacce gravi e il primo anche per tentata estorsione. Ma il lieto fine è ancora lontano.

“Purtroppo – spiega Ambra – il magistrato li ha dovuti subito rilasciare perché mancava la flagranza di reato (il fatto non è stato accertato direttamente dalle forze dell’ordine ndr). E quindi non è stato possibile processarli per direttissima. Adesso si aspetterà il processo dove sarò chiamata a testimoniare”. Una scelta coraggiosa quella di Ambra, che però non nega di aver paura. “Andrò al processo – dice – ma ho il terrore che, conoscendo le mie generalità, io possa diventare oggetto di ritorsioni. E’ facile dire ‘dovete denunciare’, purtroppo però la legge non tutela abbastanza chi decide di farlo. Per fortuna da due anni vivo all’estero, ma qui ci stanno i miei genitori. Penso – conclude - che le forze dell’ordine, che in questo caso sono state molto tempestive, dovrebbero effettuare dei servizi specifici e non aspettare che sia il cittadino a ribellarsi e poi sarebbe auspicabile che l’identità di chi denuncia rimanga segreta”. Ma all’estero esistono i posteggiatori? “Certo, sono gli impiegati dei parcheggi privati”.
 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (50)

  • Avatar anonimo di datra
    datra

    per tutti qll che commentano che bisogna fermarli prima i posteggiatori....:: sapete qual'è la sanzione da applicare ad un posteggiatore abusivo? ebbene non c'è nessuna denuncia o arresto, l'unica cosa che gli si può fare è una semplice multa, multa che ovviamente non pagherà in quanto nullatenente, nullafacente quindi, le FF.OO. purtroppo possono muoversi solo dietro denuncia, capisco benissimo che chi dovrebbe denunciare ci pensa 1000 volte ma di tutto ciò non diamo la colpa alle FF.OO.

  • Avatar anonimo di Gaetano
    Gaetano

    La signorina doveva (il posteggiatore) mandarlo a quel paese rispondendogli come rispose un giudice diventato poi Presidente della Repubblica ".....Lei non sa chi sono IO"....avrebbe fatto più effetto,

  • Ma sarebbe interessante fare anche considerazioni...parallele e cioè: siamo sicuri che tutto questo giro di taglieggiatori/estorsori siano diciamo 'lavoratoori autonomi' o dividono l'incasso o pagano a loro volta il 'pizzo' a qualcun altro? Da come sono organizzati (turnazioni di presenza così meticolosi ed articolati) credo che ci sia dell'altro sotto o meglio che i fili siano tirati da gente decisamente più pericolosa. Che ne pensate sig.ri delle FFOO? Forse non si tratta, scavando un po a fondo, di semplici morti di fame e parassiti della società... Sbaglio?

  • Avatar anonimo di franco
    franco

    La cosa "comica" di tutto il racconto è (come scrive la ragazza) che questo "signore" "lavorava" a "due passi dal commissariato di polizia".

  • Avatar anonimo di Nanni
    Nanni

    Un sistema processuale (penale) nel quale il privato cittadino non ha alcun potere di intervento ( salvo casi rarissimi) per tutelare i propri beni giuridici in quanto e' sempre necessaria la presenza delle forze dell'ordine per poter compiere un arresto e' un sistema creato a tavolino per lasciare il cittadino inerme davanti agli imprevisti, talvolta pericolosi, della vita quotidiana. E' evidente che alle forze dell'ordine non frega nulla della presenza di questi soggetti altrimenti vestiti in borghese compirebbero decine di arresti ogni ora, ma non lo fanno perche'??? ..Basta con le storielle del verbale o della flagranza di reato dietro cui si celano, che vadano in borghese e alla prima minaccia scatta l'arresto; non lo fanno? Allora vorra' dire che non lo vogliono fare per mantenere lo status quo dove i poliziotti si fanno i fatti loro i controlli delle patenti scadute e gas di scarico, magari alla povera casalingua disanttenta e i posteggiatori i quali ti minacciano, ti rovinano la macchina, e non te la guardano se non per sfreggiartela, continuano indisturbati. No cari miei e' troppo facile cosi'..non che per caso hanno paura di queste gentili ed educate personcine??? CHE VADANO A FARE IL LORO LAVORO ALTRIMENTI SE SE STIANO A CASA!

    • Avatar anonimo di datra
      datra

      e bravo Nanni tu si che hai capito tutto

  • Avatar anonimo di liberanapoli
    liberanapoli

    http://g.co/maps/hxskj questo è il link della mappa dei parcheggiatori abusivi di napoli e provincia anche a napoli paghiamo il pizzo

  • Avatar anonimo di Andrea
    Andrea

    il caso perfetto è stato quando mi ero recato al velodromo per un concerto e trovai un posto proprio di fronte l'entrata. Appena sceso dalla macchina con la mia ragazza e altre due ragazze mi si avvicina una persona dall'aspetto poco raccomandabile chidendomi 3 EURO!!! io rifiutai di darglieli in quanto ero andato al velodromo con una panda del 2004 abbastanza distrutta appartenente a mia zia proprio per non pagare qusto PIZZO! Dopo di che chiusi la macchina e andai verso l'entrata vidi che questo tizio stava parlando ,indicandomi, con un gruppo di amici suoi altrettanto dalle facce poco raccomandabili, che si avvicinarono alla mia macchina. Armato di coraggio andai dall'altro lato della strada dove vi era parcheggiata una volante della polizia mucipale (buoni solo a montare autovelox) e raccontai loro dell'accaduto. Questi due specie di agenti mi dissero che avrebbero provveduto perchè stavano monitorando la zona.......cazzate! quando mi avvicinai alla mia macchina loro andarono via e mi ritrovai faccia a faccia con "posteggiatore" cui dovetti dargli soldi in quanto con le spalle al muro poichè tutti i suoi amici guardavano da non molto lontano la vicenda. e poichè ero con delle ragazze di cui avevo la responsabilità io. Sono rimasto davvero amareggiato da questa storia ma ciò dimostra l'effimera presenza ed esistenza della polizia municipale. Il futuro mio purtroppo non sarà qua, ma un ragazzo di vent'anni non dovrebbe pensare queste cose........

  • Avatar anonimo di Riccardo
    Riccardo

    Posso benissimo rifiutarmi di pagare, ma anche facendolo non cambierà nulla se non verranno intraprese azioni efficaci dalla polizia, questo articolo ne è l'esempio, la ragazza denuncia (cosa che si dovrebbe far sempre), il tizio portato in caserma e appena uscito si va a ripiazzare li dov'era. L'unica cosa da fare è denunciare, posteggiare altrove (di solito più lontano funziona) e sperare che la legge che punisce la figura del posteggiatore abusivo, venga modificata in qualcosa di più efficace. Inutile dire al cittadino "non pagare" e poi lasciarlo solo a prendersela nel "sederino".

  • Avatar anonimo di TheDrum
    TheDrum

    Mondello, giovane denuncia posteggiatore abusivo: il racconto "Ho letto la maggior parte dei commenti e l'unica cosa, molto semplice, che mi viene da dire è: un'automobile, due agenti in borghese (anche un uomo e una donna), recarsi nei punti caldi occupati abusivamente da questa "gentaglia", farsi richiedere i soldi e il gioco è fatto. A quel punto è o non è FLAGRANZA DI REATO? Nel giro di due settimane si farebbe un ottimo lavoro, a mio modesto parere. Gli spacciatori vengono "beccati" così spesso e volentieri, bene è lo stesso meccanismo. La denuncia deve esserci sempre da parte del cittadino ovviamente, ma per uso informativo da parte delle forze dell'ordine, sui posti da controllare, così da non mettere in difficoltà la brava gente. Saluti"  

    • Avatar anonimo di datra
      datra

      allora: rispondo a te ma vale per tutti quelli che hanno scritto sul da farsi da parte delle FF.OO., ma vi rendete conto che volete la polizia davanti ai negozi per evitare le rapine, davanti le abitazioni per evitare i furti, nelle aree più degradate per beccare borseggiatori, scippatori e spacciatori, nei parcheggi per beccare i posteggiatori abusivi etc etc etc, ma quanti pensate che siamo? A ragà SVEGLIAAAAAA supermen non esisteeeeeee e nemmeno batman, rendetevi contgo che siamo 4 gatti e quel (poco secondo voi) che facciamo lo facciamo al meglio e con dedizione

    • Avatar anonimo di giacque
      giacque

      troppo facile. mica vogliamo risolvere il problema? vogliamo solo far finta di provarci però...shhhhhhhhh

  • Avatar anonimo di Peppino
    Peppino

    Si ma come avete visto subito rimesso in liberta' e' finita bene perche era una donna se no a parte le botte sino al'ultimo respiro gli distruggevano l'auto sotto casa... finiremo come nel vecchio west denunci ma cosa..??? Se quello esce prima di te dal commissariato ti fa le sberleffie e ti dice che la pagherai prima del previsto?? La compa non e' delle forze dell'ordine loro possono solo aplicare le norme in vigore la colpa e' dei ns politici e legislatori... non lamentiamoci se poi vogliono svuotare carceri ecc.... ci siamo dimenticati del primo indulto... la gente e' uscita per ritornare in carcere li era mantenuta nutrita ed alloggiata...

  • Avatar anonimo di liar
    liar

    Però è anche vero che le forze dell' ordine non fanno paura ai posteggiatori perchè più e più volte stanno a 10 metri l' une dagli altri senza che succeda niente. I posteggiatori lo sanno che FDO sono "pigre". Noi tutti sappiamo che sono pigre, testato con mano. Anche in assenza di legislazione, se le FDO andassero a scassare la m****ia giorno per giorno quando passano vicino ad un posteggiatore, ecco che la gente avrebbe una diversa considerazione delle suddette.

  • Avatar anonimo di wolfang
    wolfang

    come sempre sostenuto oltre le Alpi la civilta´N.B io sono Palermitano al 100% mi dispiace leggere queste cose,purtroppo L´assente e´ lo stato che si ricorda dei suoi cittadini solo x tassarli,eh si solo x questo sono buoni nulla di PIU`

  • Avatar anonimo di salvo
    salvo

    Ennesimo episodio intollerante.

  • Avatar anonimo di Andrea
    Andrea

    Ragazzi la verità è che non siamo tutelati da nessuno, e questi individui lo sanno e fanno quello che vogliono... Perchè le forze dell'ordine non provvedono in borghese a coglierli in flagranza di reato?? Penso non sia una cosa infattibile da fare... E' una vergogna... Non se ne può più... sono ovunque... e soprattutto non si spaventano più di niente... E si fanno avanti sempre più minacciosi...

  • la cosa che non capisco è che ci sono pattuglie dei vigili urbani fermi alla piazza di MONDELLO. magari ogni tanto girare per le vie di MONDELLO per far capire a questi signori di andarsene ci vogliono pene molto severe se no non si risolve mai nulla come è successo ad AMBRA

  • Avatar anonimo di Paolo
    Paolo

    La cosa drammatica è che ormai siamo assediati. Alcune settimane fa, qui a Torino, l'abusivo ha avuto il coraggio di seguirmi all'interno del parcheggio sotterraneo di proprietà della GTT, a pagamento... e chiedermi delle monete!!!

  • Avatar anonimo di marco
    marco

    io sono d'accordo per il fatto che ci dovrebbero essere più controlli sopratutto in via terre delle mosche ma bisogna capire però che per fare più controlli ci vuole il cittadino e per fare il cittadino ci vogliono più soldi questo mio detto vuol dire che anche con i controlli le cose succedono sempre se mai per non succedere niente in vece di controlli bisognerebbe che controlassero le persone che si trovano a mare ecc.

  • Avatar anonimo di Hic manebimus optime
    Hic manebimus optime

    "...li ha dovuti subito rilasciare perché mancava la flagranza di reato". Certo, perchè tutte le volte che le forze dell'ordine accertano la flagranza di reato di un parcheggiatore che chiede soldi in maniera minacciosa, immediatamente scendono e lo arrestano.... ma per favore! Quante volte li ho visti in più zone di Palermo (mondello compresa) a fare finta di niente davanti a scene di questo tipo. Bisogna fare qualcosa di nuovo a livello legislativo o altrimenti sarà per sempre come un cane che si morde la coda.

  • Nel rileggere alcuni dei post che si sono susseguiti viene da pensare che "non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire". Per avere un reato ci vuole, oltre al reo, un soggetto "passivo" (la vittima), ma se questa resta anonima e non denuncia, le forze dell'ordine chi devono perseguire??. Il fatto di fare il posteggiatore, lo ripeto, prevede solo una multa, non altro. Siate meno omertosi e collaborate con le forze dell'ordine, è una questione di civiltà, c'è gente che denuncia mafiosi, assassini e rapinatori e voi vi preoccupate delle ipotetiche ritorsioni di un posteggiatore analfabeta! Sveglia!!

  • Avatar anonimo di PIRATA
    PIRATA

    Ripeto per filo e per segno cio' che ha scritto "falco" , in modo da farlo capire una volta per tutte... "Il reato di estorsione si configura nel momento in cui tizio, con violenza o minaccia, costringe caio a fare o omettere qualche cosa, procurando a sé o ad altri un ingiusto profitto. E ovvio che, a meno che il reato non si compia in presenza delle forze dell'ordine, la vittima deve denunciare e dar luogo all'iter giudiziario per giungere alla condanna dell'autore del reato. In poche parole, se chiamate una pattuglia per far bloccare un posteggiatore che sta compiendo un'estorsione in vostro danno, dovete farvi identificare e denunciare formalmente l'accaduto. Diversamente, se decidete di restare anonimi, non si può procedere penalmente e l'unico atto eventualmente formalizzabile, se si constata l'attività di posteggiatore, è un verbale previsto dal codice della strada, che il tizio non pagherà mai. Le forze dell'ordine operano per quello che gli è consentito dai codici vigenti e per quello che realmente accertano, non si può inventare!!"

  • Avatar anonimo di Pablo
    Pablo

    Questa è la nostra Italia vengono tutelati i delinquenti e non la brava gente. I nostri governatori il problema non lo vogliono risolvere.

  • Avatar anonimo di Giovanny
    Giovanny

    Ditemi cosa ci vuole a prendere 2 poliziotti, un uomo e una donna, fargli fare un bel giretto per mondello, centro storico di Palermo e dintorni, E BECCARE QUESTI PARASSITI in FLAGRANZA DI REATO! Cosa ci vuole? Cioè i parcheggiatori CHIEDONO IL PIZZO, un reato MAFIOSO, e loro aspettano le denunce dei cittadini? CHE SCHIFO!

  • non entrando nel merito della questione.. ma secondo voi invece è giusto pagare 1 euro l'ora per parcheggiare nelle striscie blu? quali servizi offre il comune di palermo in cambio? attraversate (per esempio) tutta la via g.ppe lanza fino magari al limite del conca d'oro.. trovate solo sterpaglia zecche topi zanzare etc tutto sporco ed abbandonato...

  • Avatar anonimo di ari anna
    ari anna

    nessuna invenzione pero' controllare il territorio e le zone diciamo calde non costa nulla , al max riparare le scarpe per l'uso.

  • Avatar anonimo di Tornado
    Tornado

    Ma se il fatto è avvenuto a due passi dal commissariato mi viene difficile pensare che le forze dell'ordine non sappiano di quest'attività illecità che si svolge a pochi metri.. a pensar male a volte ci si azzecca!

  • Avatar anonimo di Manu
    Manu

    A me è successa una situazione analoga vicino il teatro biondo, un parcheggiatori abusivo mi ha minacciato di non farmi trovare più la macchina se avessi posteggiato di nuovo li perché non avevo monete... Gli ho detto che l avrei denunciato ma a lui non è fregato null

  • Ragazzi non è + possibile, sono dei parassiti sono come le zecche si attaccano alla carne e succhiano il sangue fino a finirci tutti i soldi " spicci ". Io dico basta, ma me la prendo maggiormente con le forze dell'ordine, loro lo sanno dove si mettono , lo vedono ma per quale DIAVOLO MOTIVO non fanno qualcosa. Propongo di scendere in piazza e organizzare qualcosa di SENSATO e vero che non siano solo chiacchiere.

    • Il problema non è "vederli" esercitare l'attività di posteggiatore, quello è palese e, RIPETO, in mancanza di un reato (l'estorsione), l'unica cosa che si può fare è un verbale al CDS, se non riesci a capirlo non è colpa mia. Per configurare il reato occorre la denuncia, invece di scendere in piazza contro le forze dell'ordine, con cui te la prendi, e che compiono il loro dovere per quello che gli è consentito, DENUNCIA i posteggiatori!!

      • Falko il vero problema dell'italia sono le forze dell'ordine che non fanno un cazzo e che con le denunce si asciugano il cu** e se tu ne fai parte beh... allora non fare il moralista perché solo con chi ha denunciato sa il vero " valore " delle forze dell'ordine ;) .

      • Avatar anonimo di michele
        michele

        a me starebbe anche bene se si limitassero solo a chiedere,qualcosa?se dopo qualcuno vuole dare qualcosa bene se no un grazie lo stesso e buone vacanze pewr tutti.

        • bravo Michele

  • Avatar anonimo di Vincenzo
    Vincenzo

    Visto che la legge li butta fuori perchè "nn cè fragranza di reato" nemmeno conviene andarli a denunciare evitando cosi gravi e dannose ritorsioni, invece se le forze dell'ordine facessero delle ronde più frequenti anche i posteggiatori stesso andrebbero via.

  • Avatar anonimo di Roby
    Roby

    Non pagate sti buffoni. Ribellatevi tutti, UNITI SI VINCE! VIVA LA GENTE ONESTA DI PALERMO chidda ca si susi ca matina pi ghiri a fari un lavoro onesto (sempre che ci sia lavoro)

  • Avatar anonimo di marco
    marco

    non dategli neanche 1 cent a questi parassiti buoni a nulla idem ai lavavetro,

Commenti meno recenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Morto in un market di via Maqueda, Ballarò saluta Matteo: "Vogliamo giustizia, non vendette"

  • Cronaca

    Il Comune si riprende La Mimosa, sgomberato l'asilo occupato a Pallavicino

  • Cronaca

    Differenziata, Rap apre alle scuole il Centro comunale di raccolta di viale dei Picciotti

  • Economia

    Quota 100, a Palermo 2.500 richieste: in pensione senza verifica ma c'è il rischio "trappola"

I più letti della settimana

  • Omicidio allo Zen, sparatoria in strada: morti padre e figlio

  • Incidente mortale in via Roma, con l'auto uccide pedone e poi scappa

  • Gli omicidi dello Zen, un giovane si costituisce: "Sono stato io a sparare"

  • Omicidio nella notte: ucciso con un colpo di pistola in via Gaetano Costa

  • Il killer che parla, i 12 spari al tramonto e il silenzio dello Zen: "Una lite dietro l'omicidio"

  • Le salme di Tonino e Giacomo Lupo tornano allo Zen, il reo confesso: "Mi sono difeso"

Torna su
PalermoToday è in caricamento