Biagio Conte conclude il suo pellegrinaggio: "Ho chiesto di aiutare migranti e poveri"

Il fondatore della Missione Speranza e Carità ha attraversato a piedi Francia, Spagna, Portogallo e Marocco chiedendo "che si apra un oratorio per i giovani, una mensa per i poveri, un luogo di accoglienza per chi è in strada"

Biagio Conte

E' tornato in città il missionario laico Biagio Conte, che ha concluso un lungo cammino di speranza che lo ha visto attraversare Francia, Spagna, Portogallo e Marocco. Il fondatore della Missione Speranza e Carità, dopo aver accolto Papa Francesco il 15 settembre, è partito con la nave per andare a Lourdes e riprendere il cammino. Ogni giorno ha percorso circa 25 chilometri e ha toccato tante città, le principali sono state: Santiago de Campostela, Fatima, Lisbona, Madrid, Rabat, Casablanca da cui poi è ripartito per tornare a Palermo.

In ogni luogo ha chiesto "che si apra un oratorio per i giovani, una mensa per i poveri, un luogo di accoglienza per chi è in strada". In ogni città ha chiesto di accogliere i migranti e di soccorrere i nostri poveri. Domani alle 16 ci sarà un sit in in piazza Verdi  per la ''Giornata dell'orgoglio della comunità nigeriana', la Missione parteciperà con suoi rappresentanti portando solidarietà e speranza alla comunità nigeriana.

Il programma della Settimana Santa alla Missione Speranza e Carità: 

Martedì 16 aprile: alle 18.30 Liturgia penitenziale (confessioni) in via Decollati 29 alla “Cittadella del Povero e della Speranza” nella chiesa “ Casa di preghiera per tutti i Popoli”.

Mercoledì 17 aprile: alle 7,30 messa celebrata da Padre Pino Vitrano in via Archirafi 31 nella Missione Speranza e Carità nella “Cappella della Misericordia”.

Giovedì 18 aprile: alle 18,30 messa Cena Domini con lavanda dei piedi, in via Decollati 29 alla “Cittadella del Povero e della Speranza” nella chiesa “ Casa di preghiera per tutti i Popoli”. Dalle 21,30 fino a mezzanotte ci sarà l'adorazione eucaristica in via Archirafi 31 nella Missione Speranza e Carità nella “ Cappella della Misericordia”.

Venerdì 19 aprile: alle 15 commemorazione della morte di Gesù, in via Archirafi 31 nella Missione Speranza e Carità nella “Cappella della Misericordia”. Alle 21 via Crucis, partenza da via Archirafi 31 con un itinerario per le vie della città di Palermo per arrivare in via Decollati 29 alla Cittadella del Povero e della Speranza” nella chiesa “ Casa di Preghiera per tutti i Popoli”

Sabato 20 aprile in Cattedrale alle 22 veglia Pasquale presieduta dall'arcivescovo Corrado Lorefice.

Domenica 21 alle 18 si recita il rosario, a seguire la messa celebrata da Padre Pino Vitrano in via Decollati 29 alla “Cittadella del Povero e della Speranza” nella chiesa “Casa di Preghiera per tutti i Popoli”.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (9)

  • Quello che fa quest’uomo non lo riescono a fare neanche in mille! Un Santo che cammina in mezzo a noi! L’opera di Biagio Conte “speranza e carità” è per tutti i poveri e gli emarginati, senza distinzione di colore. Ricordo che quest’uomo ha rinunciato alla sua eredità per donarsi al prossimo! Questa è stata ed è la sua scelta di vita!!!! Invece di criticare sempre per ogni articolo, scrivendo poi sempre le stesse cose, perché non fate qualcosa anche voi? Siete diventati un disco rotto

  • Pensa pure ai tuoi concittadini PALERMITANI che per qualche migliaia di euro si facevano spezzare gambe e braccia a colpi di mattoni o dischi di ghisa. Basta con questo buonismo ipocrita a senso unico....

    • Uno può essere povero... ma imbecille no! Lei in questo modo difende la feccia della nostra città! Commento inappropriato

  • Ma la smetta.

    • Avatar anonimo di marisa
      marisa

      ma si la smetta tanto c'è gente come lei che ci pensa

      • Ci pensa Lei.

  • sarei più favorevole se aiutasse i suoi concittadini più Bisognosi e i suoi fratelli palermitani i Migranti c'è lo stato che ci pensa a dargli 40€ il cell la SIM e un letto caldo

    • ps: Biagio non fa distinzioni e non si chiede chi aiutare( sarebbe un controsenso). aiuta e basta. gia' dimentocavo, il nuovo motto sobvranista prima gli italiani. e poi andiamo in chiesa,..chi si sente di aiutare lo fa e basta

    • capisco che ormai si ami aprlare per slogan da mercato ortofrutticolo ( almeno questo e' il linguaggio usato dal vostro tanto amato ministro degli Interni e di Tutto il resto0, tuttavia i soliti Catoni Censori da tastiera dovrebbero informarsi prima di parlare. La cifra dui cui lei parla e' quello che viene passato pro capite a chi getsisce i migranti. Questo comprende tutte le spese, comprese qyuelli legali. ne deriva che coi saranno migranti che costeranno zero a queste organizzazioni ed altri che andranno a costare per 20. Non entro nel merito del giusto o sbagliato, ma i 40 euro non vengono dati secondo quanto dice lei. quindi si informi. Legga di piu' e ascolti meno Salvini o chi prima le dava del " siciliano terrone" e adesso invece avrebbe al voto percentuali bulgare

Notizie di oggi

  • Mafia

    "La mafia è stata decapitata, Palermo non permetterebbe mai a Messina Denaro di fare il capo"

  • Politica

    Musumeci: "Per risollevare la Sicilia serve il bisturi, che sia una Pasqua di resurrezione"

  • Cronaca

    Pasqua di sangue in Sri Lanka, Orlando: "Vicino ai nostri concittadini cingalesi e tamil"

  • Cultura

    La Casa delle Farfalle resta aperta per le feste: a Pasqua e Pasquetta orario continuato

I più letti della settimana

  • "Mi stanno ammazzando": i boia spaccavano le ossa nella stanza degli orrori di via Imera

  • La banda dei falsi incidenti: mutilavano gambe e braccia per truffare le assicurazioni, 42 arresti

  • Mutilavano gambe e braccia per truffare le assicurazioni, i nomi degli arrestati

  • Omicidio in zona via Notarbartolo, strangola la compagna dopo una lite e si costituisce

  • Uccisa dal compagno perché si è rifiutata di fare sesso: "L'ho strozzata con tutta la forza"

  • Incidente in via Lanza di Scalea, auto contromano si schianta contro moto: due feriti

Torna su
PalermoToday è in caricamento