Beni confiscati: inaugurata la sede Ministro Cancellieri taglia il nastro

La cerimonia per l'apertura dell'Agenzia nazionale si è svolta alla presenza del capo della Polizia Antonio Manganelli e del procuratore nazionale antimafia Pietro Grasso

Il ministro degli Interni Anna Maria Cancellieri

Il ministro degli Interni Anna Maria Cancellieri, in visita a Palermo, ha inaugurato ieri pomeriggio la sede dell'Agenzia nazionale per l'amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata, alla presenza del capo della Polizia Antonio Manganelli e delle autorità civili e militari. Presente anche il procuratore nazionale antimafia Pietro Grasso.

La Cancellieri, per la seconda volta in Sicilia in due giorni dopo essere stata a Messina per l'emergenza maltempo, ha tagliato il nastro nella sede di via Vann'Antò insieme al direttore dell'Agenzia Nazionale dei Beni Confiscati, Giuseppe Caruso. Successivamente ha partecipato ad una seduta straordinaria della giunta presso la presidenza della Regione. Subito dopo ha deposto una corona di alloro dedicata alle vittime di mafia in piazza XIII vittime e poi ha incontrato il Prefetto.

Potrebbe interessarti

  • Igiene in casa, ogni quanto si devono cambiare (davvero) lenzuola e asciugamani

  • Api, vespe e calabroni non si uccidono ma si allontanano: ecco i rimedi naturali

  • Bonus casa a chi ristruttura, detrazioni fiscali per l'acquisto di mobili e condizionatori

  • Come conservare il cibo, ecco i 10 alimenti che vanno tenuti (sempre) fuori dal frigorifero

I più letti della settimana

  • San Vito Lo Capo, ragazzo monrealese di 20 anni cade dagli scogli e muore

  • Via D'Amelio, incontro in Questura: arriva Gigi D'Alessio e Fiammetta Borsellino va via

  • Medaglie d'Oro, "trasmetteva" Sky (quasi) gratis: nella stanza da letto 57 decoder e 187 mila euro

  • Prima il malore in casa, poi l'incidente in auto durante la corsa in ospedale: morto 51enne

  • Lo Stato mette in (s)vendita i suoi tesori: ci sono 36 case in viale del Fante

  • Tredicenne morto sulla Palermo-Mazara, padre positivo alle analisi: aveva cocaina in tasca

Torna su
PalermoToday è in caricamento