"Se ti vedo con un altro ti faccio nuova": divieto di avvicinarsi alla ex per un giovane

Accade a Montelepre. Un 24enne non si è rassegnato alla fine della relazione con una ragazza e ha iniziato a darle il tormento: le inviava messaggi a tutte le ore, bussava di notte a casa dei suoi e sarebbe arrivato a cospargere di benzina l'auto del padre

Il palazzo nuovo del Tribunale

Nonostante la fine della loro relazione la tartassava di messaggi, bussava a casa dei suoi genitori in piena notte e la minacciava tramite la chat di Facebook. Poi sarebbe arrivato a gettare della benzina sul portone di casa dei suoi e a danneggiare la loro auto. Il gip Patrizia Ferro ha imposto il divieto di avvicinamento a un 24enne nato a Patti (Messina) ma residente a Montelepre, accusato di danneggiamento e atti persecutori nei confronti della ex fidanzata.

Il giovane non ha accettato la fine della relazione alla fine del 2017. Dopo tre anni la giovane, stanca degli atteggiamenti aggressivi del compagno, lo scorso Natale era tornata a casa dai genitori. Da quel momento la sua vita è cambiata: prima le continue richieste di incontri, con decine e decine di messaggi. Poi lo scorso 16 febbraio il giovane avrebbe versato della benzina nel portone di casa della famiglia della ex. Il giovane aveva detto alla ragazza "Stai attenta, vedrai cosa succederà stasera". I carabinieri della compagnia di Partinico hanno acquisito le immagini del sistema di videosorveglianza nelle quali si vede il giovane versare benzina nella porta della donna.

E' lunga la lista delle minacce, come riportato nell'ordinanza del giudice. Ogni notte dalle 2 alle 3 il giovane passava da casa della ex e suonava il campanello. Il 25 gennaio la madre della ex compagna si presentava dai carabinieri in lacrime raccontando di essere seriamente preoccupata per l'incolumità della figlia che non usciva più di casa. Il 28 febbraio l'ex compagna ha raccontato ai militari di aver ricevuto numerosi messaggi vocali del seguente tenore: "Se ti vedo con un altro ti faccio nuova. Curri curri, tanto prima o poi devi uscire da casa".

Il primo marzo scorso è il padre della ex compagna a presentarsi in caserma denunciando di aver trovato la sua auto danneggiata. Anche in questo caso ci sono telecamere di un sistema di videosorveglianza che riprenderebbero il 24enne, riconosciuto dalla vittime nelle immagini, che si aggira attorno all'auto. Adesso il giovane dovrà stare ad almeno 500 metri dalla ragazza, in qualunque posto si trovi, e gli sarà vietato di tentare qualsiasi tipo di contatto, anche tramite mezzi informatici o terze persone.

Potrebbe interessarti

  • A cena fuori con tutta la famiglia, quali sono le pizzerie e i ristoranti bimbo-friendly a Palermo

  • Abitare sostenibile, quando il cappotto termico a casa ti salva l'estate e il portafogli

  • Menopausa, quali sono i rimedi naturali che le signore palermitane dovrebbero seguire

  • Estate uguale esodo al villino, ecco come i palermitani possono arredare la casa al mare

I più letti della settimana

  • Vedono donna sola in casa e provano a violentarla: lei urla, marito la salva a suon di cazzotti

  • Tramonta il sogno cinese, crolla l'impero Z&H: sequestrati 7 centri commerciali

  • Lutto nel mondo del tifo palermitano, morto ultras della Curva Nord Inferiore

  • Clamoroso: il Palermo non è riuscito a iscriversi al campionato di serie B

  • Incendio sulla Palermo-Sciacca, pullman dell'Ast divorato dalle fiamme

  • Il boss arrestato: "Mi tolgo il cappello davanti al figlio di Riina"

Torna su
PalermoToday è in caricamento