Insulti a Faraone e al Pd sui social, nasce task force anti-haters: "Partite 16 querele"

A scatenare le offese la decisione del segretario regionale dem di salire a bordo della Sea Watch: “Con risarcimento danni istituiremo fondo per associazioni di volontariato, centri per disabili e antiviolenza, e associazioni che operano nelle periferie”

Davide Faraone con Carola Rackete sulla Sea Watch

Una task force anti-haters, per recuperare sui social commenti e messaggi privati che contengono minacce, insulti e offese a Davide Faraone e al Pd Sicilia. La squadra si è insediata immediatamente dopo lo sbarco del segretario regionale dem dalla Sea Watch. È stata infatti la sua presenza a bordo della nave della Ong a scatenare un fiume di minacce e offese pubbliche e private che adesso sono state raccolte in un fascicolo e sono al vaglio del team di legali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La prima settimana intensa di lavoro - fa sapere il Pd - ha consentito al gruppo di catalogare oltre mille interazioni che contengono frasi e immagini offensive e sono state già elaborate 16 denunce-querele penali nei confronti di soggetti individuati, 46 nei confronti di profili anonimi, 5 giudizi civili ordinari, 4 giudizi civili sommari". “Abbiamo recuperato sulla rete - sottolineano gli avvocati chiamati a far parte della task force - materiale certamente penalmente rilevante, ma anche e soprattutto in grado di consentire azioni civili di risarcimento danni ai sensi dell’articolo 2043 del Codice Civile. Ci siamo orientati a presentare denunce-querele per i post diffamatori riferibili a profili anonimi e/o falsi in modo che la polizia postale possa risalire ai responsabili e/o al server che genera automaticamente profili falsi ed inesistenti. Nei casi in cui viene individuato l’autore, si è deciso di procede mediante azione civile”.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia al ponte Oreto, ragazza si suicida lasciandosi cadere nel vuoto

  • Giovane esce di casa e scompare nel nulla: "Aiutateci a trovarlo"

  • La morte di "Ago" in viale Regione Siciliana, indagata l'automobilista che lo ha investito

  • Rap, presa la "banda di Bellolampo": rubavano gasolio da mezzi e cisterne, 21 arresti

  • Furti di gasolio in discarica, coinvolti dipendenti Rap: i nomi degli arrestati

  • Soccorsa in strada a Ballarò, donna di 30 anni muore prima dell'arrivo in ospedale

Torna su
PalermoToday è in caricamento