"Pizza e pizzini", Ciancimino diventa chef e apre un ristorante in via Amari

Il figlio di Don Vito parla al Corriere, i lavori nel nuovo locale sembrano ben avviati: "Farò stampare sui cartoni del takeaway le foto di mio padre accanto a Salvo Lima". Ma poche ore dopo la pubblicazione dell'intervista, la notizia si è tinta di giallo

Massimo Ciancimino

Massimo Cancimino cambia vita. E inventa un futuro nuovo, dietro ai fornelli. Diventerà chef: è tutto pronto per il ristorante-pizzeria che il figlio dell'ex sindaco mafioso di Palermo, Vito, vorrebbe chiamare "Pizza e pizzini". A riportare la notizia è stato il Corriere della Sera. Ma la nascita del nuovo locale è già un mistero, perché a distanza di poche ore il rampollo di Don Vito ha smentito.

"Perché i palermitani non dovrebbero venire ad assaggiare le mie pizze? Sono certo - avrebbe detto nell'intervista concessa a Felice Cavallaro - che saranno incuriositi anche dai “pizzini” che farò stampare sui cartoni del takeaway con lo sfondo delle foto di mio padre accanto a Salvo Lima o a Paolino Bontate, il capomafia degli ani Settanta... Tutta roba inedita, cose mai viste...". Un altro investimento nel settore della ristorazione per la famiglia Ciancimino: la moglie di Massimo Ciancimino ha infatti appena aperto un "restaurant-lounge" in via Parisi, all’angolo con via Libertà.

I lavori nel nuovo locale sembrano ben avviati. Si parla di un forno nuovo di zecca, da 5 mila euro. Ma poche ore dopo la pubblicazione dell'intervista, la notizia del nuovo ristorante si è tinta di giallo. Sì, perché il testimone nel processo sulla trattativa Stato-mafia attraverso il sito Antimafiaduemila, ha smentito: “Non ho nessuna intenzione di aprire pizzerie dai farneticanti nomi anche poco delicati in via Amari dove se sarò stato visto è sicuramente perché ha studio uno dei miei difensori di fiducia. Faccio anche notare al solerte giornalista che ad oggi una misura, seppur provvisoria, disposta nei mie confronti dalla sezione del Tribunale di Misure di Prevenzione di Palermo mi vieta l’apertura di qualsiasi attività in campo commerciale e non solo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Insospettabile palermitana si prostituiva: la vicenda finisce a processo

  • Tony Colombo e la camorra, nervi tesi da Giletti: lui minaccia di lasciare lo studio

  • La mafia palermitana del dopo Riina: "Comandano i boss anziani, mettono tutti d'accordo"

  • I "tre coni" del Gambero Rosso a Cappadonia: suo il gelato più buono della Sicilia

  • Documenti falsi e truffa sulle protesi, bufera all'ospedale Civico: arrestato primario

  • Finanzieri in una palestra di Cefalù, sequestrate attrezzature per il fitness: "Erano contraffatte"

Torna su
PalermoToday è in caricamento